Damiani Tag Archive

Il gruppo Damiani acquisisce l’ex Palafiere di Valenza

335

Enrica GoverniWritten by:

Damiani intraprende una nuova fase con l’acquisto dell’ex-Palafiere di Valenza.  Con un importante investimento stimato intorno ai 10 milioni di euro, il sito diventerà un polo d’avanguardia, che dal primo semestre del 2022 racconterà l’eccellenza del brand Damiani, la sua storia, la sua visione contemporanea e il suo ruolo da protagonista nel più importante distretto di alta gioielleria al mondo, quello di Valenza.

Con questo progetto vogliamo rafforzare la nostra tradizione produttiva che è iniziata nel 1924 proprio a Valenza con il laboratorio orafo di nostro nonno. Damiani è una delle poche realtà internazionali che continua a disegnare e produrre direttamente i propri gioielli, con la cura e la passione di una bottega artigiana, ma con visione di un Gruppo internazionale e questa nuova sede consentirà alle maestranze di operare in un contesto confortevole, moderno e tecnologicamente avanzato. Realizzare l’ambiziosa impresa di rivitalizzare e trasformare l’ex-Palafiere di Valenza ci rende molto orgogliosi: non avremmo potuto farlo senza il supporto delle istituzioni, ed in particolare della Regione Piemonte e del Comune di Valenza, di Banca Intesa e della Bce. Anche a loro va il nostro ringraziamento per aver accettato di accompagnarci in questa sfida e per quanto faranno d’ ora in poi per portare a compimento il progetto”, ha commentato Guido Damiani, presidente di Damiani.

Un’acquisizione molto ambiziosa,  sia dal punto di vista imprenditoriale che di riqualificazione territoriale, realizzato grazie anche al supporto di Banca Intesa, di B.C.E., della Regione Piemonte e del Comune di Valenza.

Il Gruppo diventa  proprietario di questo importante immobile destinato a ospitare la nuova sede produttiva della Maison Damiani Il progetto di rinnovamento  prevede anche la creazione di un Museo d’impresa e di una scuola di formazione per orafi e incastonatori.

Il Gruppo è una delle pochissime aziende orafe internazionali che è rimasta fortemente legata al luogo in cui è stata fondata, e con questa importante “acquisizione” l’azienda  consolida la propria presenza in loco, e  custodisce un patrimonio unico.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi:

Continue reading

Salvini sfila sul red carpet della mostra del Cinema a Venezia

318

Enrica GoverniWritten by:

Le preziose creazioni del Gruppo Damiani continuano ad illuminare il Red Carpet del festival Internazionale del Cinema

.
L’attrice italiana Giulia Elettra Gorietti, volto giovane e bello del panorama cinematografico italiano ha indossato l’anello multigiro della collezione Precious Loop di Salvini in oro e diamanti abbinato agli eleganti orecchini punto luce Battito.

 

Per la quarta serata della 76esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia l’affascinate attrice Hong-Hu Ada attrice eclettica artista italo – giapponese  sfoggia in abito Armani la Collana i Segni  con anello Mistery DI Salvini.

 

 

 

Condividi:

Continue reading

Damiani sfila sul red carpet a Venezia

282

Enrica GoverniWritten by:

 

Damiani sfila sul red carpet a Venezia

 

 

Il Red Carpet della 76esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia è illuminato dalle preziose creazioni di Damiani, confermando lo storico legame tra la nota griffe di alta Gioielleria e il mondo del Cinema.
Silvia Damiani, vice Presidente della Maison, ha indossato la collana e l’anello masterpiece Margherita in oro bianco e diamanti.

Il modello e attore serbo di nascita e milanese d’adozione Alessandro Egger ha scelto invece l’orologio Apple Watch con cover in oro e diamanti firmata Damiani e i gemelli della collezione D.Side.

Condividi:

Continue reading

DAMIANI ACADEMY, BORSE DI STUDIO PER CORSI GRATUITI DI ALTA SPECIALIZZAZIONE

450

Enrica GoverniWritten by:

 

I corsi della Damiani Academy 2019 sono rivolti a Incastonatori di pietre preziose e Orafi al banco. Con il progetto DAMIANI ACADEMY il Gruppo Damiani, tra i leader internazionali nella produzione e commercializzazione di gioielli di design di alta gamma, continua ad investire nei giovani talenti.

DAMIANI ACADEMY è un progetto di alta formazione che ha l’obiettivo di creare specializzazioni tecniche verticali in ambito di produzione orafo-artigianale, grazie a un percorso specifico finalizzato a formare professionisti da inserire nel mondo del lavoro. L’obiettivo di Damiani è individuare le migliori competenze tecniche e creative del mercato italiano e offrire loro l’occasione davvero unica e speciale di intraprendere un percorso d’eccellenza presso i propri laboratori orafi di Valenza.

 

Questa iniziativa rientra nelle attività di valorizzazione dell’eccellenza artigianale made in Italy e del territorio che il Gruppo Damiani promuove da sempre, infatti, l’azienda è fra i soci della Fondazione Mani Intelligenti, l’associazione che opera nell’ambito dell’alta formazione.  L’obiettivo? Preparare le future generazioni di addetti al settore della gioielleria, così da continuare a garantire a Valenza e all’industria del gioiello di alta gamma una leadership sostenibile e riconosciuta, quale è il Made in Italy, in tutto il mondo.

In collaborazione con Manpower, Damiani cerca candidati da inserire nei corsi di Alta Specializzazione, organizzati e offerti da Damiani, che prevedono la possibilità di un successivo inserimento definitivo in azienda.

 

 

 

Condividi:

Continue reading

Venini lancia “Acqua e Contrasto” nel cuore di Milano

746

Enrica GoverniWritten by:

 

Firmate da Michela Cattai e  prodotte da Venini, le esclusive opere con cui la nota azienda di vetri d’arte muranese continua il suo percorso all’insegna della contaminazione culturale.

Le collezioni Acqua e Contrasto: una serie di pezzi in edizione limitata in vetro soffiato di Murano che l’artista ha realizzato in sinergia con la storica vetreria artistica in l’occasione di “Ridefinire la tradizione: l’arte contemporanea del vetro veneziano”. L’esposizione personale dell’artista, andata in scena lo scorso Maggio presso l’Istituto Italiano di Cultura di Tokyo con il patrocinio dell’Ambasciata d’Italia in Giappone, ha rappresentato un punto di incontro fra culture, nel segno dell’eccellenza italiana.

Ispirandosi alla cerimonia giapponese del tè e grazie all’abilità manifatturiera dei maestri vetrai della storica fornace, Michela Cattai ha dato vita a opere materiche dal forte impatto visivo e dalla forma sinuosa e mossa,  arricchita da una speciale lavorazione a freddo. Il progetto Contrasto è una “limited edition” di 49 pezzi nei colori Menta e Uva mentre Acqua è costituita da 19 opere nei tre modelli MIZUSASHI contenitore acqua fredda, ICHIRINZASHI piccolo vaso per un fiore e NATSUMECHE contenitore per tè matcha, declinati nei colori Menta e Uva.

Capolavori con cui Michela Cattai ha unito due mondi : “Mi sono avvicinata con molto rispetto a questo rito antico, unendo la tradizione dell’arte vetraria e le particolari competenze di VENINI all’affascinante e antica cultura nipponica”, racconta  parlando della collezione Acqua. Silvia Damiani, Vice Presidente del Gruppo Damiani invece dichiara:Abbiamo accolto il progetto con entusiasmo per creare un ponte tra culture diverse, tra Oriente e Occidente, e grazie all’abilità manifatturiera dei maestri vetrai è nata una collezione di oggetti in vetro soffiato e lavorato a mano. Il focus è la ricerca di un’armonia in un momento di condivisione, l’espressione creativa attraverso l’opera”

Venini prosegue così il suo viaggio all’insegna della contaminazione culturale già decollato con “Unity”, una collezione griffata dal designer americano Marc Thorpe, che racconta l’incontro tra la cultura artigianale del Senegal e l’arte vetraria di Venini, “made in Italy”.

Condividi:

Continue reading

Venini, aumento di capitale di 4 milioni di euro

535

Enrica GoverniWritten by:

 

Aumento di capitale di 4 milioni di euro per Venini, sottoscritto interamente dalla famiglia Damiani che nel 2016 aveva acquisito la quota di maggioranza della storica vetreria e oggi, grazie a questo intervento, detiene oltre l’89% del totale.

 “L’aumento di capitale appena deliberato ha lo scopo di rendere il patrimonio aziendale più solido  e consentire lo sviluppo di nuove prospettive. Fra i prossimi obiettivi c’è soprattutto quello di entrare in maniera sempre più significativa nei mercati asiatici, oltre a rafforzare quelli di tradizione come l’Italia e gli USA. Abbiamo fatto questo investimento con grande entusiasmo perché crediamo fortemente nella straordinarietà di Venini e nelle potenzialità di un brand che oggi torna a essere ambasciatore dell’eccellenza del made in Italy. Venini rappresenta il perfetto incontro fra design di qualità e savoir faire, continuando a raccontare l’unicità di quell’italianità apprezzata nel mondo”, ha commentato Guido Damiani, presidente del gruppo Damiani che, con quasi cent’anni di storia nell’ambito del lusso, vanta marchi come Damiani, Salvini, Bliss, Calderoni, Rocca e, appunto, Venini.

Venini, fondata nel 1921, è sempre stata il punto di riferimento nell’ambito dell’arte vetraria. Gio Ponti, Mimmo Rotella, Carlo Scarpa, Alessandro Mendini, Massimiliano Fuksas, Gae Aulenti, Peter Marino, Ettore Sottsass, Tadao Ando, Ron Arad e molti altri designer di fama mondiale si sono confrontati con la tradizione secolare della lavorazione del vetro che gli artigiani della fornace tramandano di generazione in generazione.

Venini non ha mai rinunciato ai propri valori e l’intervento della famiglia Damiani come nuovo socio di maggioranza ha permesso, in meno di due anni, di avviare un piano di sviluppo tant’è  che le performance del brand sono migliorate sensibilmente, come dimostrano gli ultimi risultati di bilancio, con vendite in aumento del 30%. Tale strategia ha riportato in positivo anche il margine operativo e con questo nuovo innesto di capitale si è voluto rafforzare il patrimonio sociale, dopo le recenti aperture della boutique in via Montenapoleone a Milano e di quella di Ginza a Tokyo.

Gli oggetti d’arte Venini vengono battuti ad aste importanti raggiungendo cifre da record:  “La Sentinella di Venezia” del 1962, di Venini, è l’opera di vetro di Murano più pagata della storia, con ben 737mila dollari.

Condividi:

Continue reading

Le fedi Damiani per le nozze di Daniele Bossari e Filippa Lagerback

771

Enrica GoverniWritten by:

Di Enrica Governi

 
Le fedi Damiani in oro rosa della collezione Noi 2 che nascondono al proprio interno un piccolo diamante, sono state scelte da Daniele Bossari e da Filippa Lagerback per il loro matrimonio, celebrato oggi nella bellissima Villa Olmo a Varese.

La sposa indosserà per la cerimonia in chiesa dei bellissimi orecchini a lobo della collezione Margherita in oro giallo, diamanti bianchi e quarzo citrino.

 

In occasione dei festeggiamenti e con il cambio d’abito Filippa ha scelto invece un orecchino pendente della collezione Shirodara in oro rosa, diamanti e ametiste.

 

Condividi:

Continue reading

Damiani realizza un’opera d’arte creata da Barry X Ball

918

Enrica GoverniWritten by:

Di Enrica Governi

La nuova scultura di Barry X Ball realizzata da Damiani sarà esposta nella storica Villa Menafoglio Litta Panza a Varese, fino al 9 dicembre 2018,  in occasione della prima retrospettiva dedicata allo scultore californiano e sarà intitolata “The end of history”.

L’ opera d arte, in argento, riproduce e in scala 1:2 la testa di Matthew Barney ( nato il 25 marzo 1967) il performance artist, regista e scultore statunitense, autore del pluripremiato ciclo di The Cremaster Cycle.

Già dal 2015 l’artista aveva affidato a Damiani la realizzazione della scultura dedicata a Sua Altezza Serenissima il Principe Alberto II di Monaco.

Gli artigiani della Maison hanno lavorato oltre 4 mesi per realizzare nella scultura uno straordinario pizzo modellato  sulla sagoma disegnata dall’artista in un delicato equilibrio fra pieni e vuoti, fra superfici lucide e opache, esaltato dall’alternanza fra dettagli dorati e rodiatura nera al rutenio.

“Siamo contenti di collaborare un’altra volta con Barry X Ball perché crediamo nel valore assoluto della sua arte: la realizzazione di quest’opera è stata una grande sfida, un’occasione importante per esprimere ancora una volta le nostre competenze. L’artigianalità legata al Made in Italy è un valore che da quasi cent’anni promuoviamo con orgoglio nel mondo, realizzando opere uniche e di grande prestigio”, ha commentato Giorgio Damiani, Vicepresidente del gruppo Damiani.

Barry X Ball è noto non solo per l’utilizzo di tecniche di lavorazione d’avanguardia, ma anche per la sua spiccata passione per gli artisti del Rinascimento Italiano.

 

Condividi:

Continue reading