Please select featured categories (for slider) in "Land" admin panel. You can select as much categories as you want.

Flavia Tibaldi, Lucio Fontana a New York

28

Written by:

Scrive Flavia Tibaldi da New York: è stata inaugurata il 23 gennaio scorso al Met ( Metropolitan Museum Art)  una mostra dedicata al grande artista italo- argentino (era nato a Rosario, nel 1899) Lucio Fontana , intitolata “Lucio Fontana on the Threshold”.

La retrospettiva -la prima dopo più di quaranta anni- comprende sculture, ceramiche, dipinti e disegni dal Maestro dello Spazialismo, eseguiti tra il 1931 e il 1968 (l’anno della scomparsa dell’artista).

Oltre ai classici “tagli” si possono ammirare le prime serie delle sue tele perforate ( “Buchi” o “Crateri”) come anche dipinti con vetri di Murano incastonati.

La mostra sottolinea quindi ancora una volta la grande attività di multiforme sperimentazione dell’artista in tutte le forme di arte visiva.

Condividi:

Continue reading

Arte e moda per la fashion week milanese

94

Written by:

Martedì 19 febbraio, in occasione dell’avvio della settimana della moda milanese (inverno 2019), Lorenzo Marini ha presentato “Fashion Type”, presso la Fabbrica del Vapore, la grande sede espositiva del Comune di Milano, dove l’artista ha in corso la  personale “Alphatype (in cartello dal 15 febbraio al 3 marzo).

Si tratta di un lavoro pittorico che, per materiali e realizzazione, evoca un vestito, nella logica della contaminatio, visione molto cara a Marini e di grande attualità nella contemporary art.

Con Alphatype, l’artista padovano (ma milanese d’adozione, noto anche come uno dei più apprezzati art director italiani) ha fatto un ulteriore passo avanti nella Type Art, il movimento da lui lanciato nel 2016 e teorizzato nel “Manifesto per la liberazione delle lettere”, che poneva l’attenzione sull’estetica dei segni grafici.  Marini infatti, è arrivato a creare cinque nuovi alfabeti, rielaborando cinque modelli di lettere (ad esempio, cinque a) . Le lettere, nella mostra della Fabbrica del Vapore, vengono riunite in quadri, che non seguono l’ordine tradizionale, dalla a alla zeta, bensì sequenze dettate dall’ispirazione artistica, dalla creatività, dell’emozione dell’autore.

E, in una logica di mixed media, vengono unite più tecniche. Quelle tipiche dell’arte moltiplicata, gli interventi pittorici e di disegno, il collage e l’applicazione materica. Delle 10 opere esposte, tre erano già state presentate a Los Angeles, mentre le altre 7 sono un’anteprima mondiale.

Condividi:

Continue reading

In Ascom Torino arriva la multimedialità

37

Written by:

Con oltre mezzo secolo di storia alle spalle, Ascom è un’Associazione di Imprenditori del Commercio, del Turismo e dei Servizi. L’organizzazione tutela i diritti e gli interessi delle imprese potendo contare su oltre 16mila operatori a Torino e Provincia e offrendo un’ampia gamma di servizi tra cui rappresentanza sindacale, consulenza, assistenza, formazione e aggiornamento.

Con l’obiettivo di porsi come punto di riferimento per tutte le imprese associate, Ascom implementa un costante percorso di crescita in cui le tecnologie giocano un ruolo importante consentendole di rispondere prontamente alle esigenze degli associati e di restare al passo con i tempi. Il reparto IT di Ascom è dunque molto attento alle innovazioni disponibili sul mercato per trovare le soluzioni più adatte allo specifico contesto e migliorare i servizi erogati.

Una sala multimediale chiavi in mano. Un progetto che ha portato a benefici su più fronti riguarda il rinnovamento della sala multimediale situata nella sede principale di Torino. Spiega Denis Grimaldi, Responsabile ICT di Ascom Torino: «L’aggiornamento tecnologico della sala è essenziale per una fruibilità efficace dei numerosi eventi formativi e di aggiornamento indispensabili per la riqualificazione delle imprese associate».

Molte delle dotazioni tecnologiche installate in questo spazio non erano più in grado di rispondere alle esigenze di Ascom, una situazione che comprometteva l’utilizzo della sala. Inoltre, i servizi di assistenza tecnica e manutenzione forniti non erano sempre efficaci. L’aggiornamento della sala era fondamentale per continuare ad offrire servizi di qualità alle aziende associate. Per questo progetto Ascom ha deciso di coinvolgere Ricoh, vendor con il quale l’associazione ha una collaborazione di lunga data cominciata in ambito printing e poi proseguita con la fornitura di pc e soluzioni per le postazioni di lavoro.

Continua Giovanni Distefano, reparto IT di Ascom Torino: «Ricoh è per noi un fornitore strategico in grado di offrirci supporto tecnico di qualità e consulenza per un’innovazione continua».

Partendo dall’analisi delle specifiche necessità e delle tecnologie già installate nella sala multimediale, Ricoh ha realizzato un progetto completo chiavi in mano che ha generato innovazione salvaguardando gli investimenti già effettuati.

Integrandole con i sistemi già presenti, Ricoh ha selezionato e implementato soluzioni audio/video, tra cui sistemi per l’audioconferenza, che hanno migliorato la gestione delle attività svolte in sala.

Oltre ad essere innovative, le tecnologie sono assolutamente user-friendly per cui possono essere utilizzate in autonomia dagli utenti della sala senza che sia necessaria la presenza di personale IT. Ricoh ha comunque garantito attività di formazione in modo che i sistemi vengano utilizzati in tutte le loro potenzialità.

Condividi:

Continue reading

I protagonisti del Gartner Magic Quadrant

34

Written by:

Gartner ha analizzato 16 fornitori, tra cui Ricoh, operanti nel mercato europeo dei Managed Workplace Services (MWS). Ricoh è stata inclusa nel Magic Quadrant 20191 per la sua completezza di visione e capacità di esecuzione.

Precisa la società di analisi: «Gartner considera i Managed Workplace Services un sottoinsieme del mercato dell’IT outsourcing (ITO). I MWS includono i servizi tradizionali di outsourcing relativi alla postazione di lavoro (end-user outsourcing, EUO), ma anche nuove proposte per il Digital Workplace volte ad offrire un supporto basato sul cloud, automatizzato ed integrato. Fanno parte dell’EUO: 1. Service Desk 2. Servizi di desktop/laptop outsourcing per dispositivi fisici o virtuali 3. Mobility Services per la gestione di dispositivi mobili. I MWS favoriscono la trasformazione digitale aumentando la soddisfazione degli utenti, il loro coinvolgimento e la flessibilità organizzativa, anche grazie ad ambienti di lavoro personalizzati che contribuiscono alla employee retention».

Afferma David Mills, CEO di Ricoh Europe: «Ricoh è stata inserita nel Magic Quadrant grazie alla sua capacità di innovare i servizi offerti e di anticipare le esigenze dei clienti. Consideriamo questo riconoscimento una riconferma della nostra capacità di accompagnare le aziende in una trasformazione che favorisca la flessibilità organizzativa e individuale. Infine, riusciamo a realizzare ambienti di lavoro digitali e a fornire servizi affidabili e costanti, abilitando la collaboration e aiutando le aziende a cogliere le opportunità derivanti da Intelligenza Artificiale, data analytics e IoT».

Aggiunge Alberto Mariani, Senior Vice President of Office Services, Ricoh Europe: «La valutazione di Gartner attesta gli elevati livelli di soddisfazione dei nostri clienti e il miglioramento continuo che siamo in grado di offrire loro, mostrando come Ricoh ponga in primo piano le priorità di business delle aziende. Gartner evidenzia inoltre la nostra capacità di garantire valore grazie alle tecnologie digitali per la gestione e analisi dei dati, andando dunque oltre l’offerta tradizionale».

A questo link è possibile richiedere una copia del report “Magic Quadrant for Managed Workplace Services, Europe”.

Condividi:

Continue reading

Workplace: 5 trend strategici per il 2019

101

Written by:

Le aziende che stanno vivendo la trasformazione digitale sono chiamate a considerare nell’anno appena cominciato alcuni trend che, secondo Ricoh, stanno rapidamente cambiando non soltanto il modo di lavorare, ma anche quello di progettare uffici e sale riunioni. Le tendenze mettono in evidenza un contesto in forte evoluzione e aprono scenari importanti per le organizzazioni che cercano di migliorare l’efficienza e raggiungere importanti risultati di business.

Automazione a tutto campo. In questo ambito, le tecnologie hanno fatto passi da giganti negli ultimi anni. Una volta appannaggio dei film di fantascienza, l’Intelligenza Artificiale (AI) e l’automazione avranno nel corso di quest’anno un impatto ancora maggiore in tutti i settori di mercato. Le applicazioni e i vantaggi sono ormai noti: da una migliore relazione con i clienti a un aumento della produttività grazie all’ottimizzazione dei processi, alla possibilità di prendere decisioni sempre più efficaci. Da una ricerca Ricoh è inoltre emerso come i dipendenti europei siano ottimisti a riguardo e pensano che l’AI avrà un impatto positivo sul loro modo di lavorare.

Diversity, un ruolo chiave nella trasformazione. Negli ultimi anni, le aziende hanno compreso come la diversity all’interno dell’organizzazione sia un aspetto fondamentale e nel 2019 aumenteranno sempre più le iniziative e i progetti volti a valorizzarla. Secondo Ricoh, le idee più innovative nascono dall’incontro di esperienze e di punti di vista differenti; le aziende di successo saranno quelle in grado di coinvolgere persone con caratteristiche differenti migliorando la collaborazione e il confronto in modo trasversale.

La CSR come punto di partenza per il futuro. Esattamente come la diversity, anche la CSR sta finalmente ottenendo l’attenzione che merita. In passato la correlazione tra impatto ambientale e performance finanziarie è stata molto sottovalutata. Ora, con i Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite e un numero sempre maggiore di aziende che chiedono requisiti green ai propri fornitori, la CSR sta salendo ai primi posti delle agende dei manager. Ricoh migliora costantemente la sostenibilità del proprio business e della società e, solo per fare un esempio, si è posta l’obiettivo di soddisfare il 100% del proprio fabbisogno energetico attraverso fonti di energia rinnovabile entro il 2050.

Progettare gli spazi di lavoro in modo nuovo. Oltre alle modalità lavorative, cambiano anche gli spazi di lavoro che diventano sempre più flessibili, dinamici e condivisi. Si affermano dunque nuove tendenze nel design degli uffici che guardano sempre più alla collaboration e alle logiche di “smart job” per favorire la produttività e il pensiero creativo. Ripensare gli spazi di lavoro e adottare tecnologie digitali sono due facce della stessa medaglia per promuovere uno dei paradigmi in grado nei prossimi anni di facilitare davvero l’innovazione: il Digital Workplace.

Innovazione: da opzione a priorità assoluta. Di recente Ricoh ha commissionato una ricerca per capire in che modo le Pmi di tutta Europa si relazionino nei confronti dell’innovazione. Secondo il 59% del campione essa rappresenta una priorità assoluta e il 34% degli intervistati è addirittura convinto che la propria azienda potrà fallire entro il 2020 se non riuscirà trasformarsi per rispondere ai cambiamenti attualmente in atto nel mercato. La tecnologia svolge un ruolo fondamentale nel cambiamento, con il 45% delle Pmi che pensa di utilizzare soluzioni per l’analisi di dati e informazioni per ridefinire i prodotti e rispondere alle nuove esigenze dei consumatori. La maggior parte delle aziende coinvolte nella ricerca ha in programma per quest’anno di condurre progetti pilota e promuovere spazi di sperimentazione per testare idee innovative e capire se avranno successo.

Secondo Ricoh gli aspetti sopra citati avranno un ruolo di primo piano durante quest’anno e per gli anni a venire. Il contesto economico, le nuove normative e le scarse competenze digitali avranno ovviamente un impatto sugli sviluppi, ma possiamo essere ottimisti ed in particolar modo possono esserlo le aziende che stanno puntando con decisione all’innovazione e alla trasformazione digitale.

A cura di Laura Venturini, Product Marketing Manager di Ricoh Italia

Condividi:

Continue reading

Digital Workplace: i nuovi multifunzione intelligenti

42

Written by:

La nuova serie Ricoh IM include 13 dispositivi multifunzione intelligenti a colori A3, tra cui Ricoh IM C2000, IM C2500, IM C3000, IM C3500, IM C4500, IM C5500 e IM C6000 che offrono una velocità di stampa rispettivamente di 20, 25, 30, 35, 45, 55 e 60 pagine al minuto.

Oltre ad essere certificati Blue Angel ed EPEAT, tutti i modelli integrano stampa, scansione, copia, accessori per la finitura fino a formati di stampa SRA3, nonché supporto standard per la stampa mobile. La serie si interfaccia con la piattaforma Always Current Technology di Ricoh che permette di lavorare in modo più smart grazie a tecnologie che offrono scalabilità, sicurezza, sostenibilità e semplicità. Mediante questa piattaforma è possibile accedere ad un’ampia gamma di applicazioni, aggiornamenti e funzionalità aggiuntive per cui i dispositivi sono sempre perfettamente efficienti. Always Current Technology garantisce scalabilità per rispondere alle esigenze attuali e future degli ambienti di lavoro, offrendo allo stesso tempo sicurezza e software sempre aggiornati.  Racconta 0David Mills, CEO di Ricoh Europe: «La sicurezza delle informazioni e la possibilità di accedervi rapidamente sono aspetti fondamentali per il Digital Workplace. Si spiega perché la security sia una priorità per Ricoh: i nuovi multifunzione integrano funzionalità all’avanguardia per la crittografia a protezione delle informazioni». I dispositivi sono molto semplici da utilizzare grazie allo Smart Operation Panel, un pannello touch dotato di un processore di ultima generazione che velocizza l’utilizzo delle applicazioni installate. L’interfaccia migliora la user-experience e può essere personalizzata per rispondere alle esigenze dello specifico ambiente di lavoro e gestire al meglio i relativi workflow. Mediante Ricoh Intelligent Support, i tecnici Ricoh possono accedere da remoto allo Smart Operation Panel per una rapida risoluzione di eventuali problematiche e per effettuare gli aggiornamenti del firmware.  Continua Mills: «Oggi le aziende devono trasformarsi sempre più velocemente. Ricoh sa bene che i propri clienti hanno nuove necessità e che gli ambienti di lavoro si estendono oltre agli uffici tradizionali. I nuovi dispositivi intelligenti di Ricoh, come ogni altra tecnologia smart, permettono di installare applicazioni con grande flessibilità per lavorare in modo più efficiente e produttivo. Chiamiamo questo approccio Dynamic Workplace Intelligence sottolineando così la flessibilità con cui lavoriamo con i nostri clienti per sviluppare ambienti di lavoro su misura”.»

Condividi:

Continue reading

Hunkeler Innovationdays, appuntamento a Lucerna il 25 febbraio

45

Written by:

I visitatori della fiera di Lucerna (Svizzera, 25-28 febbraio 2019) troveranno allo stand Ricoh (Padiglione 2, Stand P2) un’ampia gamma di applicazioni realizzate con le soluzioni digitali inkjet modulo continuo, che offrono risultati paragonabili a quelli della tecnologia offset.

La qualità dell’output mostrerà agli stampatori come il passaggio dall’analogico al digitale sia assolutamente possibile.  Le luci dei riflettori saranno puntate sulle applicazioni realizzate mediante Ricoh Pro VC70000, in particolare: una guida turistica stampata su carta patinata offset Stora Enso LumiSilk da150gsm ad una velocità di 100 metri al minuto e rilegata offline mediante un pinzatore a sella Hohner;il libro fotografico “Wild about Twickenham” realizzato su carta lucida Stora Enso LumiArt da 150gsm e cucito offline da Meccanotecnica;un’applicazione di direct mailing di 4 pagine che include tre voucher premarcati. Le bobine di carta Stora Enso LumiSilk da 150gsm vengono rifinite con sistemi Hunkeler e Horizon per lo sbobinamento, il taglio e la piega. Spiega Eef De Ridder, Vice President of Commercial Printing, Commercial and Industrial Printing Group, Ricoh Europe: «Saranno a disposizione dei visitatori opuscoli di direct mailing realizzati su carta offset Arctic G-Print matt da 100gsm alla velocità di 150 m/min e completati mediante finitura da Zalsman, la prima azienda in Europa ad aver installato Ricoh Pro VC70000. “Grazie ai nuovi asciugatori integrati nel sistema, gli stampatori possono affrontare il passaggio da tecnologia offset a tecnologia digitale modulo continuo in modo più semplice, poiché non è più necessario utilizzare carta pretrattata. Questa novità consente una maggiore flessibilità produttiva e l’utilizzo di una più ampia varietà di inchiostri per risultati di qualità eccellente!. Al fianco di Ricoh Pro VC70000 sarà in azione anche Ricoh Pro V20000 utilizzata per la stampa di:

  • tre libri bianco e nero di dimensioni differenti su carta UPM Fine da 90gsm. La bobina verrà tagliata con un sistema Hunkeler Generation 8 e finita fuori linea da Muller Martini.
  • un bugiardino su carta Delfort Polar Bright da 50gsm tagliato da Hukeler e piegato da un sistema GUK.

Infine, verranno realizzati leaflet con differenti tipologie di supporti su Ricoh Pro C9200. All’interno dei leaflet un esempio di tre ante con voucher premarcati.  Muller Martini rilegherà i libri stampati con Ricoh Pro VC40000 (carta CVG Matt 90gsm), veri e propri esempi di stampa on demand a colori. È la prima volta che Ricoh propone al mercato una gamma di applicazioni così ampia, anche grazie alla partnership con i maggiori produttori di sistemi per il finishing. Questo dimostra la capacità di Ricoh di supportare gli stampatori in investimenti a valore aggiunto dall’inizio alla fine del flusso produttivo.

Condividi:

Continue reading

International contemporary art alla Fabbrica del Vapore

222

Written by:

E’ destinata a prendere il posto lasciato da Spazio Oberdan, la storica sede espositiva milanese di Viale Vittorio Veneto, chiusa con l’abolizione della Provincia.Fabbrica del Vapore, mega location polifunzionale, si sta guadagnando velocemente un posto di primo piano anche nell’arte visiva. La mostra “Inside Magritte, emotion exibition” (9 ottobre 2018-10 febbraio 2019), omaggio al Maestro del surrealismo, è uno dei successi della stagione autunno/ inverno 2018/19.

E ora è la volta del contemporaneo: presso il Lotto 11 C (V&A), dal 1 al 14 febbraio si tiene la mostra “International Contemporary Art”, rassegna di artisti contemporanei curata dal critico e storico dell’arte Giorgio Gregorio Grasso e promossa anche dalle associazioni culturali Milano Vapore e Corte Sconta, con il patrocinio del Comune di Milano.

La mostra propone opere di Fran Bull, la pittrice e scultrice newyorkese nota come “Neo abstract espressionism queen”, presente con la personale “Libera nel mondo”. Per l’occasione, i lavori della Bull sono stati “prestati” da Scm-Sim, nella cui sede milanese si sta tenendo una grande mostra dell’artista americana, inaugurata lo scorso novembre e in cartello sino a marzo, quando verrà spostata negli uffici romani della multinazionale.

Alla mostra, curata da Grasso, partecipano anche Sabrina Ravanelli, Emanuela Montorro, Rayan Lynch, Karina Castorani Gosteva ed Edoardo Aguzzi. Quest’ultimo, classe 1999, vincitore nel 2017, a soli 17 anni, della sezione Scultura/Installazione del Premio Ricoh (uno dei più prestigiosi riconoscimenti per giovani pittori e scultori contemporanei), è considerato uno degli artisti più promettenti della Z generation.

Condividi:

Continue reading

Linea Pelle London, al via l’estate 2020

235

Enrica GoverniWritten by:

 

Martedì 22 gennaio andrà in scena presso gli spazi dell’Ham Yard Hotel LINEAPELLE LONDON. 42 gli espositori presenti (37 sono italiani): 27 concerie, 7 produttori di accessori e componenti, 8 di tessuti e sintetici.

LINEAPELLE LONDON si configura come l’occasione per fare chiarezza sul mercato inglese. In un contesto di mercato complesso e incerto, l’esposizione dell’Ham Yard Hotel porterà una ventata di novità stilistiche, presentando i primi campionari per la stagione estiva 2020 e proponendo alcune iniziative di confronto e condivisione.

Il seminario dal titolo Relationships Between Material, Designer & User metterà a confronto pelle, artigianalità e approccio stilistico, in un’ottica di personalizzazione del prodotto nell’ambito dell’interior design.

Nati dall’esperienza dell’Innovation Square, invece, i LINEAPELLE INNOVATION TALKS (che saranno proposti anche a LINEAPELLE NEW YORK, Metropolitan Pavilion, 30/31 gennaio 2019) ospiteranno analisti di tendenze, influencer, innovatori, designer e produttori di materiali, che si riuniscono per essere ispirati dalle novità presentate, stimolati dalle discussioni e dalle potenziali partnership. Si discuterà di customizzazione, bio-fabbricazione, materiali funzionalizzati, moda circolare e di come tutto ciò intercetti e si connetta con i trend di moda e congiunturali in atto.

Sotto il profilo stilistico, durante i seminari a cura del Comitato Moda Lineapelle, saranno presentati i trend estivi 2020 sintetizzati dal concetto di CO-NATURAL che identifica “una distinzione tra umano e macchina sempre meno visibile. Tutto si fonde in un rapporto simbiotico che non contrappone più uomo e tecnologia. Da questa consapevolezza di essere al centro di una rivoluzione tecnologica, ma soprattutto mentale nasce una nuova filosofia progettuale applicabile anche alla materia e quindi all’estetica. Pensare CO-NATURAL significa, dunque, affrontare temi importanti come la sostenibilità delle lavorazioni e l’etica della tracciabilità, significa prendere coscienza della complessità e della mobilità del mondo contemporaneo”.

Una vera e propria sfida stilistica che troverà la sua più coinvolgente espressione a LINEAPELLE Milano, dal 20 al 22 febbraio. L’edizione numero 96 del salone espositivo di riferimento per l’area pelle globale, infatti, avrà una rinnovata matrice fashion, a partire dalla concomitanza con le sfilate di Milano Moda Donna, arrivando alla declinazione di alcuni allestimenti pensati per disegnare uno stimolante percorso stilistico all’interno degli spazi di LINEAPELLE. In particolare, le aree lounge saranno realizzate con l’obiettivo di formalizzare le ricerche dell’area tendenze attraverso momenti espositivi tematici, per rendere tangibili le referenze cromatiche e di riferimento concettuale della stagione estiva 2020.

LINEAPELLE rafforza, così, la propria identità di business experience attorno alla quale gravita la filiera internazionale di fornitura della fashion & luxury industry. Un primato ribadito dai suoi numeri, che a poco più di un mese dall’apertura, riconfermano quelli della scorsa edizione sia nella superficie espositiva sia per quanto riguarda gli espositori, provenienti da oltre 40 Paesi. Sul fronte congiunturale, LINEAPELLE cercherà di fare luce in un momento di mercato complesso e opaco, che richiede particolare attenzione nel trovare soluzioni innovative di prodotto e servizio.

Condividi:

Continue reading

L’innovazione agli Hunkeler Innovationdays 2019

66

Written by:

Agli Hunkeler Innovationdays 2019 (Lucerna, Svizzera, 25-28 febbraio 2019) Ricoh accelera la crescita dei fornitori di servizi di stampa scendendo in campo con Ricoh Pro VC70000, soluzione inkjet modulo continuo che consente di stampare con un’elevata copertura di inchiostro eliminando l’effetto onda. La soluzione offre una velocità di stampa di 150 metri al minuto, producendo quasi 12.000 fogli B2 fronte-retro all’ora, ed elevata qualità anche grazie ai nuovi inchiostri sviluppati da Ricoh che supportano la carta patinata offset. Durante gli Hunkeler Innovationdays 2019 verranno prodotte diverse applicazioni, tra cui photobook rilegati, leaflet e direct mailing. Presso lo stand Ricoh sarà inoltre disponibile Ricoh Pro V20000, soluzione inkjet modulo continuo monocromatica ideale per un’ampia gamma di applicazioni che includono stampa transazionale, produzione di libri, direct mailing e foglietti illustrativi per il settore farmaceutico. Agli Hunkeler Innovationdays 2019 non mancherà il mondo del foglio singolo con la soluzione Ricoh Pro C9200 che offre qualità grazie ad una messa a registro perfetta. Inoltre, Ricoh presenterà aggiornamenti al portfolio delle soluzioni software e mostrerà ai visitatori le potenzialità di Ricoh TotalFlow BatchBuilder e Ricoh ProcessDirector. «Il nostro portfolio di soluzioni modulo continuo è in costante espansione», afferma Eef de Ridder, Vice President of Commercial Printing, Commercial and Industrial Printing Group, Ricoh Europe, commenta, «i visitatori degli Hunkeler Innovationdays 2019 potranno scoprire le potenzialità di Ricoh Pro VC70000 che, grazie alla nuova unità di asciugatura e ai nuovi inchiostri, offre velocità, affidabilità e qualità aprendo ulteriori orizzonti per i fornitori di stampa».

Condividi:

Continue reading