Please select featured categories (for slider) in "Land" admin panel. You can select as much categories as you want.

Ricoh Italia partner della mostra “Bell’Italia 400. Il valore della bellezza” 

5

Written by:

Ricoh Italia è un’azienda molto attenta a iniziative ed eventi che contribuiscono a valorizzare il patrimonio culturale e artistico del nostro Paese. Si spiega così la partnership con Cairo Editore per la realizzazione della mostra “Bell’Italia 400. Il valore della bellezza”. L’esposizione si colloca nell’ambito del programma di Bookcity 2019 e si svolge presso Palazzo Mezzanotte, storico edificio degli anni Trenta sede di Borsa Italiana.

La mostra, realizzata in collaborazione con Borsa Italiana, è dedicata ai 400 numeri della rivista Bell’Italia di cui vengono esposte le copertine, in aggiunta ad alcune fotografie di Gabriele Croppi tratte dal servizio che Bell’Italia dedica, sul numero di novembre, a Palazzo Mezzanotte.

Potranno essere ammirate dai visitatori anche due illustrazioni originali di Francesco Corni che ricostruiscono la Milano romana e il suo teatro, i cui resti sono visibili nell’Area Scavi del palazzo. Nell’ambito della partnership, Ricoh Italia ha realizzato mediante Ricoh Pro C9200 il materiale informativo che verrà distribuito ai visitatori della mostra. La qualità del risultato, la produttività e la gestione del formato banner sono gli elementi distintivi su cui si basa la tecnologia utilizzata. La mostra sarà aperta venerdì 15 dalle ore 16,30 alle 19,30, sabato 16 e domenica 17 dalle 10 alle 19,30, in occasione dell’apertura straordinaria di Palazzo Mezzanotte per gli eventi di Bookcity. L’accesso è gratuito.

 

Condividi:

Continue reading

Ricoh Italia al Dell Technologies Forum 2019

54

Written by:

Torna anche quest’anno il Dell Technologies Forum, un appuntamento dedicato alle innovazioni tecnologiche per la trasformazione digitale delle imprese. La tappa italiana si terrà il 12 novembre 2019 al Centro Congressi Stella Polare di Rho (Milano). In questo contesto, Ricoh Italia racconta il suo expertise come partner IT in grado di accompagnare le aziende nell’innovazione verso il digitale.

Gold sponsor del Forum, Ricoh Italia sarà presente nell’area espositiva per incontrare i visitatori e condividere con loro le opportunità derivanti dai nuovi trend dell’IT, quali Mobility, Collaboration, Iperconvergenza e Internet of Things. Per quanto riguarda i Managed Workplace Services, la visione e le competenze di Ricoh sono state riconosciute anche da Gartner. L’azienda è stata infatti inclusa nel Magic Quadrant 2019 relativo a questi servizi, sulla base di criteri quali flessibilità dell’approccio, qualità del supporto e capacità di personalizzare i servizi.

Alberto Giacometti, Head of IT Services Line of Business di Ricoh Italia, commenta: “È arrivato il momento di rendere reale la trasformazione digitale: il tema scelto quest’anno per il Forum è infatti Real Transformation, perché, oggi più che mai, le possibilità tecnologiche sono alla portata di tutte le aziende. Durante il Forum, le imprese potranno scoprire come essere sempre più competitive in un mercato in continua evoluzione, cogliendo le opportunità dell’innovazione IT e generando nuovo valore per il workplace”.

A questo link sono disponibili ulteriori informazioni ed è possibile registrarsi al Forum.  

 

 

Condividi:

Continue reading

Ricoh si aggiudica il premio BLI PaceSetter per la semplicità di utilizzo

16

Written by:

Keypoint IntelligenceBuyers Lab, organizzazione indipendente che valuta le soluzioni hardware e software per il document imaging, ha assegnato a Ricoh il premio Ease of Use: A4 Mid-Size Workgroup grazie all’innovazione offerta dalla serie di multifunzione intelligenti “IM C”.

Queste soluzioni sono dotate di Smart Operation Panel, un pannello touch personalizzabile con numerose app che semplificano i processi e i flussi di lavoro. I dispositivi intelligenti si interfacciano con la piattaforma “Ricoh Always Current Technology” accedendo in maniera automatica ad aggiornamenti e funzionalità aggiuntive.

Keypoint Intelligence – Buyers Lab ha selezionato Ricoh anche per la sua capacità di far evolvere l’ecosistema dei multifunzione per rispondere alle nuove esigenze delle aziende. Gli analisti di Keypoint Intelligence hanno condotto test approfonditi per analizzare la semplicità di utilizzo dei multifunzione indirizzati a gruppi di lavoro di medie dimensioni. Tra gli aspetti presi in considerazione vi sono le funzionalità di stampa, copia, scansione, il pannello di controllo e le attività di manutenzione di routine.

Kaitlin Shaw, Senior Editor of Printer/MFP Analysis di Keypoint Intelligence, commenta: “Per le aziende è fondamentale poter disporre di tecnologie user-friendly. Dispositivi complessi da utilizzare causano inutili perdite di tempo e cali di produttività. Insieme all’affidabilità, la semplicità di utilizzo è la principale caratteristica per riuscire a migliorare i processi e la gestione delle informazioni. Ricoh si è distinta dalla concorrenza grazie all’offerta di multifunzione A4 per gruppi di lavoro di medie dimensioni. Le soluzioni Ricoh sono risultate essere le più semplici da utilizzare tra quelle prese in considerazione”.

 

 

Condividi:

Continue reading

HOMI, the lifestyle trade fair made in Italy

67

Enrica GoverniWritten by:

Dal 24 al 27 gennaio 2020 apre HOMI, Il Salone degli Stili di Vita che racconta le tendenze e gli stili dell’abitare a Fieramilano (Rho).  Un appuntamento  che rafforza la sua identità di piattaforma europea per il design di qualità e di ricerca, proponendo una selezione ampia, diversificata e mirata nell’eccellenza, che spazia dalla decorazione alla tavola, dalla cucina al tessile, dalle fragranze al gifting e al festivity.

Brand storici e consolidati espongono i loro prodotti accanto a nuovi designer, in linea con le esigenze di un settore sempre più specifico.  Dall’artigianato all’innovazione, dal made-in-Italy all’internazionalità  rendono  il salone un punto di riferimento privilegiato.
Il primo percorso è HOME Retail Inspiration dedicato al target di negozi specializzati, alla distribuzione organizzata e alle piattaforme e-commerce con una selezione estremamente varia e versatile, che a sua volta si declina nelle due aree Fragrance Inspiration e Textile Inspiration, entrambe caratterizzate per la ricchezza dell’offerta.

HOME Boutique&Design si rivolge ai department store e ai concept store di ricerca, come anche agli interior designer, agli architetti, e agli operatori del settore alla ricerca di proposte innovative. Al suo interno Creazioni Italiane sarà dedicata all’artigianato italiano e al design made-in-Italy, mentre World Designers riunirà le proposte inedite e non ad alto contenuto di ricerca e design  firmati da designer internazionali.

HOME International Delivery si rivolge al mercato della distribuzione multi-prodotto e dell’import-export internazionali grazie alla sua amplissima gamma di prodotti e relative fasce di prezzo per il canale retail più sensibile alla competitività.

Infine Festivity, visitabile con un calendario specifico dal 22 al 26 gennaio il settore dedicato agli articoli per le festività tradizionali e per le  occasioni importanti, con focus sulle decorazioni natalizie e sul presepio.

 

Condividi:

Continue reading

Angelica, la clutch bag per le feste di Natale

62

Enrica GoverniWritten by:

 

Angelica Bag firmata Genny, realizzata in visone  rosso fuoco e a  forma di mezzaluna, definita dalla pelle specchiata con applicazioni di luccicanti strass .e chiusa da zip, è la pochette imperdibile per le feste d Natale 2020.

 

Condividi:

Continue reading

18

Written by:

Sostenere la crescita e l’espansione delle Pmi semplificando loro l’accesso al credito bancario attraverso un’offerta di strumenti finanziati. È questo l’obiettivo che guida le attività di Italia Comfidi, società consortile con sede principale a Firenze che nel tempo è diventata un punto di riferimento a livello nazionale. La società guarda con grande interesse all’innovazione tecnologica, ritenendola un caposaldo per rispondere velocemente alle richieste dei clienti. Va in questa direzione un progetto per il rinnovo dell’infrastruttura IT realizzato con Ricoh. Il colosso giapponese, dunque, ha analizzato in dettaglio le esigenze dell’azienda e, sulla base di questa analisi, ha sviluppato un progetto completo che ha incluso:

• Autenticazione con Active Directory

• File Server

• Print Server

• Mail Server

• Servizio di back up su Storage Nas

• Networking

• Predisposizione della sala server con progettazione del cablaggio strutturato e disposizione Armadi Rack

• 70 postazioni di lavoro (pc)

 Oltre alle tecnologie, Ricoh si è occupata di tutti gli aspetti riguardanti l’installazione e la configurazione. La nuova infrastruttura garantisce sistemi affidabili e sempre disponibili, anche grazie al monitoraggio continuo e alla manutenzione preventiva. Un’infrastruttura, dunque, “a prova di futuro”.

Emilio Quattrocchi, Amministratore Delegato di Italia Comfidi, afferma: “In un’azienda complessa e distribuita territorialmente come la nostra, il ruolo dell’IT è determinante per gestire attività e processi. Stiamo espandendo i nostri servizi, ad esempio verso la consulenza o la finanza alternativa, e le tecnologie devono evolvere di pari passo con il nostro approccio al mercato”.

 

Condividi:

Continue reading

Arriva il sigaro made in Sicily

141

Written by:

Il fenomeno sempre crescente dell’internazionalizzazione contamina anche un settore inedito come quello del “fumo lento”. A lanciarsi in questa nuova sfida è Lorenzo Zurino, giovane imprenditore sorrentino, fondatore e Ceo di The One Company, che da oltre dieci anni supporta con successo importanti aziende dell’eccellenza del food made in italy nel complesso mondo dell’internazionalizzazione negli USA e non solo.

Zurino commenta: “È stato un colpo di fulmine. Conosco bene il territorio siciliano e la sua grande ricchezza enogastronomica che il mondo ci invidia, ma non immaginavo ci fosse altrettanta opportunità in un settore del tutto inaspettato per questa terra. Il tabacco, il primo tabacco per esser precisi, coltivato esclusivamente in Sicilia e poi lavorato a mano e finito in Nicaragua, centro con il know how più importante al mondo del settore. Oltre ad essere determinante per l’unicità delle fragranze generate dall’esposizione del tabacco al sole e alla salsedine, questa terra non conferisce solo una particolarità irreplicabile al sigaro, ma ho voluto scommettere su di una terra che merita attenzione, fiducia e supporto imprenditoriale ed economico anche e soprattutto in un momento storico come quello di oggi di forte instabilità. Voglio creare impresa al Sud, voglio rivalutare territorio e sapienza dei coltivatori siciliani, voglio che l’estimatore americano si innamori della qualità e unicità del nostro sigaro, scoprendo che non deve solo dei sapori dei nostri prodotti enogastronomici”.

Come un vero e proprio capolavoro dei sensi e dell’estetica, l’Efebo, il primo sigaro siciliano, debutta in anteprima, a Washington DC, al Gran Galà della National Italian American Foundation. Intraprendenza, intuizione imprenditoriale, curiosità e un pizzico di incoscienza sono le caratteristiche di tanti imprenditori italiani che si sono fatti strada e affermati all’estero. Lo sono anche quelle del giovane ed eclettico Zurino, che di fiuto imprenditoriale ne ha avuto quando più di dieci anni fa ha deciso con spirito avanguardistico di investire tempo e risorse nello studio delle dinamiche dell’internazionalizzazione a vantaggio delle aziende italiane.

Molte tra le più importanti aziende del food made in Italy, hanno apprezzato e rinnovato di anno in anno fiducia nelle capacità imprenditoriali del giovane Lorenzo Zurino. Ma è proprio negli States che ne sono state celebrate competenza ed eccellenza, grazie alla premiazione,  come miglior imprenditore italiano under 35, dalla NIAF (National Italian Americani), la più importante fondazione di italo americani che vede come soci nomi importanti come l’attuale Segretario di Stato USA Mike Pompeo, il Governatore dello Stato di New York Andrew Cuomo, il Presidente della Camera USA Nency Pelosi, l’Amministratore Delegato di Barclays Usa Gerard La Rocca e tanti altri.

Questa importante premiazione, che in passato è stata riservata a personalità del calibro di Sergio Marchionne, Vincenzo Boccia, Paolo Scudieri, Stefano Pessina, è avvenuta poco prima di un altro progetto, istituzionale questa volta, di valenza nazionale, svoltosi nella splendida Sorrento, voluto e realizzato da Zurino che ne è il presidente. Lo IEF, Italian Export Forum, il primo Forum Italiano dell’Export nato con l’obiettivo principale del “Fare Sistema” tra imprese e istituzioni e far circolare conoscenze e idee per il settore, declinato in un grande evento annuale di respiro internazionale e diversi Talks intermedi pensati per valorizzare ogni regione italiana. Sebbene sia solo alla prima edizione, lo IEF entra di diritto nel panorama degli eventi più accreditati e si candida a diventare una ricorrenza annuale attrattiva per il mondo dell’impresa, economico ed istituzionale italiano ed internazionale. Da Sorrento, passando per la Lombardia e la Puglia, lo IEF arriverà oltre confine a Doha, Sofia, New York solo per citare alcune delle tappe già programmate.

L’esperienza di questo tenace e giovane imprenditore italiano dimostra come una buona scintilla possa infiammare un sogno imprenditoriale, renderlo realtà e trasformarlo in progetti validi per sè stessi e d’ispirazione per altri giovani talentuosi e caparbi imprenditori, che tengono alto il nome dell’Italia nel mondo e che non smettono di credere ed investire nel nostro bel Paese, senza dimenticare che impresa e anche cuore e solidarietà. Lo sa bene Lorenzo Zurino che, per il secondo anno, mette a disposizione il proprio network italo americana a beneficio di una delle fondazioni benefiche più importanti d’Italia: La Lega del filo d’oro, che lo ha scelto come responsabile delle relazioni internazionali.

Zurino conclude infine: “Non è un lavoro per me, ma un piacere e una missione di cui sento forte la responsabilità. Ho accettato questa attestazione di stima da parte del presidente della Lega – dott Bartoli – e spero di poter proseguire con onore questa esperienza contribuendo nel mio piccolo all’impresa più importante di tutte, cioè non dimenticare mai che prima di imprenditori, rappresentanti delle istituzioni etc si è uomini e bisogna cercare di restituire al prossimo quanto la vita ci ha donato”.

 

Condividi:

Continue reading

Ricoh Italia acquisisce le attività di Mauden

31

Written by:

Ricoh Italia acquisisce le attività di Mauden, rafforzando ulteriormente la propria leadership nell’ambito della Digital Transformation. Fondata nel 1987, con sedi a Milano e Roma, Mauden ha conseguito negli anni una crescita costante, sviluppando competenze sempre più solide nell’implementazione di Infrastrutture IT di grandi dimensioni e di Data Center, puntando anche in maniera decisa su ambiti che stanno rivoluzionando il modo di lavorare come quello dell’Intelligenza Artificiale e dei Big Data.

Con l’acquisizione, che sarà effettiva a partire da dicembre 2019, Ricoh Italia integra un fatturato di oltre 55 milioni di euro, circa 130 risorse con elevate competenze in ambito Data Center, Infrastrutture IT, Intelligenza Artificiale e Business Intelligence e un portfolio di clienti attivi che comprende aziende di rilievo a livello sia nazionale che internazionale. Le attuali operazioni di Mauden rimarranno separate e verranno sviluppate fin da subito sinergie commerciali volte a crescere ulteriormente nei mercati di riferimento. Davide Oriani assumerà il ruolo di Presidente di Mauden e Roberta Viglione manterrà la carica di CEO.

Davide Oriani, CEO di Ricoh Italia, spiega: “Mediante questa acquisizione possiamo offrire alle aziende soluzioni all’avanguardia e servizi ancora più completi. Grazie al know-how e alle conoscenze congiunte, continueremo a supportare i nostri clienti in modo ancora più efficace e a promuovere sul mercato un’innovazione ai massimi livelli che possa accompagnare le aziende verso nuovi orizzonti di produttività”.

 


Condividi:

Continue reading

Tre giovani designer italiani all’Arab Fashion week

97

Enrica GoverniWritten by:

 

 

Dopo il recente successo della sfilata di inaugurazione dell’anno accademico in Piazza di Spagna a Roma, che ha visto  protagonisti giovani studenti dell’Accademia del lusso

uniti a talentuosi designer internazionali dell’istituto americano Cincinnati e di Dubai FAD,  questa volta è proprio l’Accademia che approda con successo nel mercato estero facendosi promotrice del talento italiano nel mondo, con la partecipazione di tre giovani designer alla prestigiosa kermesse dell’Arab Fashion Week. Si è appena svolta a Dubai, dal 9 al 14 ottobre, ed è considerata uno dei cinque più rilevanti appuntamenti nel settore fashion a livello internazionale. I tre giovani studenti di Accademia del Lusso sono Pierpaolo Cosimi, Margherita Blasetti e Ottavia Vacirca che hanno presentato in anteprima la collezione P/E 2020 nel segmento ready couture abbracciando i temi di inclusività, diversità e sostenibilità.

 

Pietro Luigi Polidori, Owner e Ceo di Accademia  ha commentato: “La presenza dei nostri ragazzi all’Arab Fashion Week è prova dell’impegno che ancora una volta la nostra scuola ha impiegato nel supportare i suoi talenti a livello internazionale. Questo importante risultato, frutto appunto della partnership di Accademia del Lusso con l’Istituto FAD vuole essere solo il primo di tanti traguardi, quindi continueremo a sviluppare opportunità promozionali per gli studenti, per costruire una solida rete globale tra India, Dubai e Italia.  Il mondo del fashion e del luxury è in continua evoluzione e la mission di Accademia consiste, oltre che al consolidamento del suo network, ai nuovi mercati de fashion per aumentare le sinergie e le possibilità di scambio con gli istituti stranieri migliorando sempre di più la propria offerta formativa”

 

 

 

Condividi:

Continue reading

I dipendenti europei si aspettano che le aziende diano un contributo positivo alla società

39

Written by:

Una nuova ricerca promossa da Ricoh e realizzata dalla società di consulenza Arup, ha cercato di capire in che modo la tecnologia trasformerà gli ambienti di lavoro, anche in relazione a due aspetti che risultano essere sempre più fondamentali: collaborazione e sostenibilità.

La tecnologia renderà possibili nuovi modi di collaborare e di interagire tra persone, tra uomini e macchine e tra le macchine stesse, in un’ottica di sempre maggiore automazione di processi ed attività. Ma qual è, secondo i dipendenti, il ruolo della tecnologia? La maggior parte dei dipendenti vorrebbe che le aziende utilizzassero l’innovazione tecnologica come una forza positiva per migliorare non solo il modo di lavorare e l’equilibrio tra vita lavorativa e personale, ma anche la società in cui viviamo.

“Dal cloud computing all’intelligenza artificiale, alla robotica: sono moltissime le tecnologie destinate a cambiare la fisionomia delle aziende nei prossimi 10 anni. Le organizzazioni devono scegliere le innovazioni più adatte alle loro esigenze, senza dimenticare che il focus deve rimanere sulle persone perché esse continuano a mantenere un ruolo fondamentale per il successo del business”, commenta David Mills, CEO di Ricoh Europe, “In questo contesto la collaborazione è la chiave per affrontare i problemi attuali della società. Le aziende che faranno leva sui benefici offerti dalle tecnologie per dare un contributo positivo alla comunità, riusciranno a crescere e ad attirare i migliori talenti. Anche Ricoh vuole essere in prima linea per essere sostenibile e tutelare l’ambiente e per questo ha allineato le proprie strategie agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite”.

 

Condividi:

Continue reading