Fashion & Lusso

Gala’di beneficenza all’hotel Parigi, Milano

225

Enrica GoverniWritten by:

Feminin pluriel italia associazione internazionale femminile di professioniste impegnate anche nel sociale presenta il Galà di Beneficenza “n piedi signori! a favore di associazioni contro la violenza di genere.

Il board di Feminin Pluriel Italia nella sua presidente Diana Palomba assieme alle Vice Presidenti Katia Da Ros ed Elena Giordano, la Tesoriera Carmen Padula e la Segretaria Generale Annalisa Rossi, attende gli ospiti la sera di venerdì 26 ottobre prossimo a Palazzo Parigi Hotel & Gran Spa Milano, raffinato hotel nel cuore meneghino, per un evento di raccolta fondi che vede partecipi altre associazioni con i loro rappresentanti: Paula Zanetti, Fondatrice della Fondazione P.U.P.I Onlus, Carla Caiazzo, Presidente dell’ Associazione Io Rido Ancora, John Muiruri, Direttore di Action for Children in Conflict e, per il Progetto Be.st, Francesca Mangano, Consigliera Fondazione Punto.sud. L’evento gode del patrocinio del Comune di Milano, con la sua Delegata alle Pari Opportunità di Genere Daria Colombo.

Ospiti d’onore saranno Sarah Varetto, Direttore di Sky TG24, l’attrice Elisabetta Pellini e Andrea Castrignano, interior designer e noto volto televisivo.

“Questa serata è una delle più importanti iniziative che stiamo mettendo in atto” afferma Diana Palomba, Presidente di Feminin Pluriel Italia “per sensibilizzare su temi importanti come il riconoscimento dei giusti diritti e raccogliere consensi e fondi per portare avanti la nostra attività di vicinanza e sostegno dei più deboli e agli enti e associazione impegnati sul campo”.

Ad accogliere gli invitati, un aperitivo cui farà seguito la cena placé, durante la quale si terrà una lotteria con premi di firme e brand prestigiosi, e l’esposizione di due opere messe a disposizione degli artisti Natalie Vassil e Paolo Albertelli. Sono disponibili ancora posti liberi per la cena.

 “Satinka” è l’opera pittorica (cm. 130×98) di Natalie Vassil, il cui titolo significa “magical dancer” perché, come dice l’artista, “Una danza può essere paragonata ad una piccola scintilla di luce che salta progressivamente da triangolo a triangolo (nella tela), per portarlo dall’oscurità a una luce che avvolge tutto”. Ed è protagonista di un’operazione speciale a tutta bellezza: sarà infatti riprodotta, seguita poi da opere di altri artisti nel corso del 2019, sulle confezioni regalo di una linea cosmetica in serie limitata con i prodotti top di Skin Care del brand Staminalis dell’azienda italiana Glass Onion. L’Azienda, in accordo con Feminin Pluriel, ha fortemente voluto questo progetto di responsabilità sociale denominato staminalis renaissance, per riaccendere la luce negli occhi di tutte le donne che hanno subito abusi e violenze di qualsiasi genere.  Nella filosofia del brand staminalis, “la bellezza fa bene”, un concetto che va declinato nei molteplici aspetti della vita quotidiana: la concretezza di un’idea del piacere da vedere, da toccare e che genera benessere totale. Ma nulla è più isolato di una bellezza senza anima, di un’anima rubata.

Il 50% del ricavato della vendita di queste confezioni regalo Staminalis Renaissance sarà devoluto dall’Azienda a progetti sociali in sostegno delle donne vittime di qualsiasi genere di abuso.

 

L’artista Albertelli a sua volta propone l’opera “Parole al vento”, traduzione in scultura del testo “Cronache di sottomissione” portato in scena da Valeria Golino con le attrici Jasmine Trinca e Alba Rohrwacher, che, nato da una ricerca tratta direttamente dalle denunce di donne maltrattate, ne mantiene il linguaggio semplice e duro, comprensibile ed emozionante. Le parole sono in metallo a taglio su sfondi di paesaggi e materiali provenienti dalla terra. Uno stimolo a non limitarsi alle belle parole, ma ad agire concretamente.

Dello stesso avviso anche Andrea Castrignano che dichiara «Sono molto onorato di prendere parte a questa serata.

“Desideriamo ringraziare Palazzo Parigi Hotel & Grand Spa Milano per consentirci di organizzare nei suoi elegantissimi spazi questo evento dandogli così una connotazione esclusiva, perché In Piedi Signori!  rappresenta il debutto di Feminin Pluriel Italia a Milano” aggiunge Katia Da Ros, Vice Presidente di Feminin Pluriel Italia.“Un grazie speciale ai Main Sponsor Albacore Wealth Management, Clifford Chance e Reds Studio Legale Associato; agli sponsor tecnici Cantine Lupo e Principi di Porcia Vini; al supporto di Cafid – Coordinamento Associazioni Femminili Imprenditrici e Dirigenti, Fondazione Pianote. Con il patrocinio del Comune di Milano

 

 

 

Condividi:

Continue reading

Venini, debutta il “Silenzio dei colori”

212

Enrica GoverniWritten by:

Venini, in occasione della “Vendemmia” presenta “Il silenzio dei colori.”. E’ un’azienda in grande spolvero dopo il recente aumento di capitale di 4 milioni di euro sottoscritto interamente dalla famiglia Damiani che nel 2016 ha acquisito la quota di maggioranza della storica vetreria, e detiene oggi oltre l’89% del totale.

Il silenzio dei colori è il nuovo capolavoro d’arte firmato da Matteo Thun, fondatore con Ettore Sottsass del gruppo Memphis. La collaborazione con lui, iniziata da tempo, ha permesso  a Venini di indagare e reinterpretare alcune tecniche di lavorazione a freddo  con caratteristiche simili a quelle dell’esperienza scultorea: il vetro soffiato molato e satinato fino a raggiungere perfezione delle forme e matericità, elementi tipici delle arti plastiche. Matteo Thun afferma: “Da molti anni assisto alle soffiate del vetro muranese, vorrei che la complessità della soffiata stessa producesse arcaicità, proprio come la pittura di inizio Novecento”. Matteo Thun è riuscito a mettere in relazione l’apparente silenzio di certe nature morte con la gestualità silente colma di significati messa in atto dai maestri soffiatori, in una danza perfettamente coordinata, da cui nascono i preziosi vetri Venini. Il tema del silenzio richiama quello del colore in un ossimoro di grande poeticità che ne diventa il titolo stesso: Il silenzio dei colori. Le cromie, ricche di suggestioni, come per magia sono catturate dalla bravura delle mani dei maestri vetrai, le forme esprimono un alto contenuto emozionale raccontando un vissuto di quasi cent’anni di storia della vetreria.

 

 

Condividi:

Continue reading

Ermanno Scervino ai Green Carpet Fashion Awards

142

Enrica GoverniWritten by:

Di Enrica Governi

In occasione dei Green Carpet Fashion Awards presso La Scala di Milano, la modella francese Annabelle Belmondo ha indossato un abito di Ermanno Scervino.

L’abito a sirena in organza con scollo all’americana è stato creato da un team di petites mains negli atelier fiorentini della Maison. Ha rouches e plissé  che lo arricchiscono, delineandone la silhouette. Sono stati utilizzati esclusivamente tessuti certificati GOTS (Global Organic Textile Standard).

Condividi:

Continue reading

Venini, aumento di capitale di 4 milioni di euro

151

Enrica GoverniWritten by:

 

Aumento di capitale di 4 milioni di euro per Venini, sottoscritto interamente dalla famiglia Damiani che nel 2016 aveva acquisito la quota di maggioranza della storica vetreria e oggi, grazie a questo intervento, detiene oltre l’89% del totale.

 “L’aumento di capitale appena deliberato ha lo scopo di rendere il patrimonio aziendale più solido  e consentire lo sviluppo di nuove prospettive. Fra i prossimi obiettivi c’è soprattutto quello di entrare in maniera sempre più significativa nei mercati asiatici, oltre a rafforzare quelli di tradizione come l’Italia e gli USA. Abbiamo fatto questo investimento con grande entusiasmo perché crediamo fortemente nella straordinarietà di Venini e nelle potenzialità di un brand che oggi torna a essere ambasciatore dell’eccellenza del made in Italy. Venini rappresenta il perfetto incontro fra design di qualità e savoir faire, continuando a raccontare l’unicità di quell’italianità apprezzata nel mondo”, ha commentato Guido Damiani, presidente del gruppo Damiani che, con quasi cent’anni di storia nell’ambito del lusso, vanta marchi come Damiani, Salvini, Bliss, Calderoni, Rocca e, appunto, Venini.

Venini, fondata nel 1921, è sempre stata il punto di riferimento nell’ambito dell’arte vetraria. Gio Ponti, Mimmo Rotella, Carlo Scarpa, Alessandro Mendini, Massimiliano Fuksas, Gae Aulenti, Peter Marino, Ettore Sottsass, Tadao Ando, Ron Arad e molti altri designer di fama mondiale si sono confrontati con la tradizione secolare della lavorazione del vetro che gli artigiani della fornace tramandano di generazione in generazione.

Venini non ha mai rinunciato ai propri valori e l’intervento della famiglia Damiani come nuovo socio di maggioranza ha permesso, in meno di due anni, di avviare un piano di sviluppo tant’è  che le performance del brand sono migliorate sensibilmente, come dimostrano gli ultimi risultati di bilancio, con vendite in aumento del 30%. Tale strategia ha riportato in positivo anche il margine operativo e con questo nuovo innesto di capitale si è voluto rafforzare il patrimonio sociale, dopo le recenti aperture della boutique in via Montenapoleone a Milano e di quella di Ginza a Tokyo.

Gli oggetti d’arte Venini vengono battuti ad aste importanti raggiungendo cifre da record:  “La Sentinella di Venezia” del 1962, di Venini, è l’opera di vetro di Murano più pagata della storia, con ben 737mila dollari.

Condividi:

Continue reading

Venezia, il cinema apre in grande spolvero

185

Enrica GoverniWritten by:

 

 

Di Enrica Governi

All’apertura della 75° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, in occasione delle première del film First Man di Damien Chazelle, la modella francese Annabelle Belmondo ha indossato un abito bustier azzurro in organza con applicazione di ricamo ad intaglio, la britannica Lottie Moss ha scelto un abito bustier in tulle drappeggiato fucsia, mentre Gabrielle Caunesil ha indossato sempre un abito bustier rosa in tulle e pizzo. Tutti abiti di Ermanno Scervino.

 

 

Condividi:

Continue reading

Il trench coat Heritage

185

Enrica GoverniWritten by:

Di Enrica Governi

E’di Burberry il trench coat ideale per L’A/I 2018/19. Si chiama “The Westminster” ed è un trench dal taglio comodo in gabardine di cotone. Taglio slim anche se classico, e linee fluide perfette per comporre un look a strati, ideale per l’autunno.

Condividi:

Continue reading

Grande lancio a Milano de “La Spiaggina by Garage Italia”

221

Enrica GoverniWritten by:

Grande party ieri sera a Garage Italia a Milano per il rilancio, in grande spolvero,  della “Spiaggina by 500” e per il compleanno della 500 Fiat. Presenti molti personaggi del mondo dello spettacolo e del giornalismo.

Lapo Elkann, rampollo di casa Agnelli, intervistato, afferma:

“E’ l automobile italiana piu’ di successo che ci sia mai stata. Per me, come per tutta la mia squadra di Garage Italia aver lavorato su questo progetto e aver riportato  “La Spiaggina”, icona di stile è per noi motivo di grandissimo orgoglio . Questo progetto è un progetto dove ho voluto unire tutte le eccellenze italiane. Pininfarina insieme al quale abbiamo lavorato, Pirelli, Foglizzo per le pelli, e Fiat ovviamente. Devo dire sono estremamente orgoglioso di questo prodotto, e quello che desidero dire è che Garage Italia è aperto a tutti il 5 e il 6 luglio per poter venire a vedere la “Spiaggina by Garage Italia”, mi auguro di vedervi in tanti e mi auguro che possiate guardarla, apprezzarla e gioire di tanta bellezza perché noi italiani quando ci uniamo e quando lavoriamo insieme siamo imbattibili, e la gioia di vivere italiana di cui la 500 è l’emblema è un qualcosa che noi italiani dobbiamo ricordarci  sempre, perché noi italiani di cose belle ne abbiamo tante e ne sappiamo fare tante”.

La “500 Spiaggina by Garage Italia” è un omaggio che ho voluto fare io per il compleanno della Spiaggina e per il compleanno della 500, e mi auguro di vedervi in tanti domani e dopodomani a vederla qui a Garage Italia, a Milano.

La bellezza della cosa è che seppure la vettura non sia stata ancora vista in giro per il mondo molti collezionisti in giro per il mondo la vogliono, la desiderano, e questo è un motivo di grande soddisfazione per me e la mia squadra di Garage Italia ed è un mio impegno insieme a Pininfarina e a Fiat Chrysler: quello di portare questa vettura ad essere industrializzata.

La “500 Spiaggina by Garage Italia” può essere, a seconda dei sogni dei nostri clienti personalizzata nelle finiture, nei dettagli e nei colori: i sogni dei clienti, e i sogni dei clienti che compreranno Spiaggina sono importanti per noi, e noi di Garage Italia siamo a disposizione per tradurli in realtà e per produrla esattamente come chiunque desideri”.

 

 

 

Condividi:

Continue reading

Le fedi Damiani per le nozze di Daniele Bossari e Filippa Lagerback

329

Enrica GoverniWritten by:

Di Enrica Governi

 
Le fedi Damiani in oro rosa della collezione Noi 2 che nascondono al proprio interno un piccolo diamante, sono state scelte da Daniele Bossari e da Filippa Lagerback per il loro matrimonio, celebrato oggi nella bellissima Villa Olmo a Varese.

La sposa indosserà per la cerimonia in chiesa dei bellissimi orecchini a lobo della collezione Margherita in oro giallo, diamanti bianchi e quarzo citrino.

 

In occasione dei festeggiamenti e con il cambio d’abito Filippa ha scelto invece un orecchino pendente della collezione Shirodara in oro rosa, diamanti e ametiste.

 

Condividi:

Continue reading

Carlo Pignatelli celebra con successo i 50 anni della Maison

396

Pietro OrsineriWritten by:

Carlo Pignatelli in occasione del 50mo anniversario della Maison lancia una collezione “Cerimonia Uomo 2019” davvero inedita.
Creatività ed eccellenza caratterizzano da sempre il suo stile che unito ad un appeal deciso sono piena espressione del suo talento, e in questa ultima serie di capi si intravvede, in particolare, una rilettura della tradizione in chiave decisamente contemporanea.
Abiti sartoriali rigorosamente “Made in Italy”, sia per il guru che per lo smoking sciancrato e il frac corto, in colori e nuance raffinate come ebano, avorio, blu sfumato nelle tonalità marine e notturne, prodotti con tessuti caratterizzati da fantasie jacquard illuminate da bagliori metallici intessuti sui pattern floreali stilizzati.
Protagonista, come in tutte le altre creazioni di Carlo Pignatelli la giacca dalle proporzioni calibrate, con rifiniture e dettagli preziosi -ricami e accessori gioiello con cabochon incastonati- che ridefiniscono ed evidenziano revers e abbottonature.
Il risultato sono abiti esclusivi di ispirazione moderna che definiscono e valorizzano la personalità di chi li indossa.

Condividi:

Continue reading

Damiani realizza un’opera d’arte creata da Barry X Ball

463

Enrica GoverniWritten by:

Di Enrica Governi

La nuova scultura di Barry X Ball realizzata da Damiani sarà esposta nella storica Villa Menafoglio Litta Panza a Varese, fino al 9 dicembre 2018,  in occasione della prima retrospettiva dedicata allo scultore californiano e sarà intitolata “The end of history”.

L’ opera d arte, in argento, riproduce e in scala 1:2 la testa di Matthew Barney ( nato il 25 marzo 1967) il performance artist, regista e scultore statunitense, autore del pluripremiato ciclo di The Cremaster Cycle.

Già dal 2015 l’artista aveva affidato a Damiani la realizzazione della scultura dedicata a Sua Altezza Serenissima il Principe Alberto II di Monaco.

Gli artigiani della Maison hanno lavorato oltre 4 mesi per realizzare nella scultura uno straordinario pizzo modellato  sulla sagoma disegnata dall’artista in un delicato equilibrio fra pieni e vuoti, fra superfici lucide e opache, esaltato dall’alternanza fra dettagli dorati e rodiatura nera al rutenio.

“Siamo contenti di collaborare un’altra volta con Barry X Ball perché crediamo nel valore assoluto della sua arte: la realizzazione di quest’opera è stata una grande sfida, un’occasione importante per esprimere ancora una volta le nostre competenze. L’artigianalità legata al Made in Italy è un valore che da quasi cent’anni promuoviamo con orgoglio nel mondo, realizzando opere uniche e di grande prestigio”, ha commentato Giorgio Damiani, Vicepresidente del gruppo Damiani.

Barry X Ball è noto non solo per l’utilizzo di tecniche di lavorazione d’avanguardia, ma anche per la sua spiccata passione per gli artisti del Rinascimento Italiano.

 

Condividi:

Continue reading