Economy

Gold Ecovadis per Ricoh

63

Written by:

La valutazione Gold da parte di EcoVadis conferma la capacità di Ricoh di raggiungere elevati standard nell’ambito della responsabilità sociale.

EcoVadis ha analizzato fornitori dislocati in 110 Paesi e operanti in 150 settori prendendo in considerazione le iniziative e gli obiettivi raggiunti nelle seguenti aree: impegno ambientale;  condizioni di lavoro; trasparenza e correttezza del business; gestione della supply chainRicoh è stata inserita nelle imprese valutate “top” (il 5% di tutte le aziende analizzate).Oggi molte aziende si pongono l’obiettivo di migliorare la propria sostenibilità ambientale anche scegliendo fornitori green. Le credenziali ambientali diventano quindi un importante criterio di selezione dei fornitori. Sempre più spesso le imprese chiedono a Ricoh dati sulla sostenibilità, inclusa la ricerca di EcoVadis, per avere ulteriori elementi di valutazione nella scelta delle tecnologie. Ricoh amplia costantemente il valore offerto non solo alle aziende, ma anche alla società nella sua globalità. Per questo Ricoh vuole dare un contributo attivo al raggiungimento dei Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite e il riconoscimento Gold da parte di EcoVadis attesta gli importanti traguardi raggiunti.

Condividi:

Continue reading

Cpn inkjet per ampliare gli orizzonti del business

65

Written by:

Oggi le tecnologie inkjet ad alta velocità sono ampiamente diffuse nel mercato della stampa transazionale, del direct mailing e in quello editoriale.

Gli operatori del settore hanno infatti compreso i vantaggi per il loro business derivanti da queste tecnologie. In particolare, si sono resi conto di come la velocità di produzione nelle basse e medie tirature e la possibilità di utilizzare dati variabili consentono di cogliere nuove opportunità per stare al passo con i nuovi trend e migliorare i tempi di consegna. I dati di I.T. Strategies mostrano che dal 2008 la tecnologia inkjet si è diffusa sempre più nei mercati citati erodendo il 20% delle quote di mercato della stampa offset. Questo successo ha avuto una battuta d’arresto nel 2016, anno che ha visto una decrescita delle vendite modulo continuo. Hanno contribuito a questo momento di stallo sia gli aggiornamenti delle tecnologie preesistenti, che hanno migliorato le performance posticipando la necessità di acquistare ulteriori soluzioni, sia il consolidamento del settore che ha ritardato gli investimenti. Le vendite di queste soluzioni sono tornate a crescere del 7% dal 2016 al 2017, e il volume delle pagine è cresciuto del 12% anno su anno. Questo dato rivela come le opportunità siano ancora molte. Come parte del nostro impegno verso l’innovazione tecnologica abbiamo sviluppato una nuova unità di asciugatura per Ricoh Pro™ VC70000. Questo modulo garantisce velocità di stampa, affidabilità e qualità. Le nuove caratteristiche consentono di stampare con una maggiore copertura dell’inchiostro eliminando l’effetto onda, ovvero la deformazione della carta nelle aree in cui la quantità d’inchiostro è maggiore. I lavori che richiedono un’elevata copertura e che in passato venivano prodotti mediante sistemi offset possono ora essere stampati in digitale con risultati eccellenti. Inoltre, gli inchiostri sviluppati da Ricoh sono ideali per la carta patinata offset.  Sono molte le aziende che vorrebbero abbandonare la produzione offset o ibrida per realizzare applicazioni di direct mailing e commesse di alta qualità. Velocità nella produzione, riduzione dei costi, qualità e personalizzazione sono alcuni dei vantaggi offerti dalla tecnologia Ricoh che interessano maggiormente gli stampatori, come anche la possibilità di utilizzare supporti patinati offset.  Zalsman è un’importante azienda olandese sempre attenta alle innovazioni tecnologiche ed è il primo stampatore in Europa ad aver scelto Ricoh Pro VC70000. Tre anni fa questa azienda era stata la prima al mondo ad aver installato Ricoh Pro VC60000. Zalsman ha compiuto il secondo investimento per rispondere all’aumento della domanda e, allo stesso tempo, riuscire a cogliere nuove opportunità in termini di sviluppo e redditività. Grazie alle sue caratteristiche, Ricoh Pro VC70000 è la soluzione ideale per rispondere alle attuali esigenze del mercato.  Avremo modo di mostrare tutte le potenzialità di Ricoh Pro VC70000 agli Hunkeler Innovationdays 2019 (Lucerna, Svizzera, dal 25 al 28 febbraio).

A cura di Eef de Ridder, Vice President of Commercial Printing – Commercial and Industrial Printing Group – Ricoh Europe

Condividi:

Continue reading

Pmi, altro che robot: è l’uomo al centro del cambiamento

159

Written by:

Un’idea innovativa può letteralmente trasformare il mercato. Dieci anni fa nessuno conosceva Uber o WhatsApp. Oggi questi nomi sono sinonimi di nuovi modi di viaggiare e di comunicare. Queste realtà sono diventate due giganti nei rispettivi settori grazie al potere delle idee.  Le Pmi di tutta Europa sono molto attente all’innovazione, ma per ottenere benefici concreti devono riuscire a superare i modi tradizionali di pensare e di rivolgersi al mercato.  La pressione è sempre maggiore. Da una recente ricerca commissionata da Ricoh è emerso come il 78% delle Pmi afferma che il settore in cui opera è cambiato molto negli ultimi cinque anni e il 75% ritiene che nei prossimi cinque è destinato a mutare ancora. Inoltre, il 30% afferma di non sapere da dove cominciare quando si tratta di essere più innovativi.Le Pmi devono però essere ottimiste anche perché l’innovazione non deve avvenire a tutti i costi dall’oggi al domani. L’importante è focalizzarsi su ciò che è davvero importante, senza dimenticare che sono le persone a fare la differenza. Dalla ricerca Ricoh emerge infatti come nei prossimi cinque anni i dipendenti saranno sempre più parte integrante dei processi alla base del cambiamento. Il 45% dei manager delle Pmi vuole incoraggiarli a sviluppare nuove idee e ad essere più creativi. La risorsa più preziosa di cui un’azienda dispone è rappresentata dai suoi stessi dipendenti. Nessuno è escluso; questa è la condizione necessaria affinché la cultura dell’innovazione sia davvero pervasiva e abbia un impatto positivo sia all’interno che all’esterno dell’azienda. In particolare, ci sono tre consigli che possono aiutare le Pmi a fare il salto di qualità. 1.    Mettiti nei panni dei clienti: può sembrare ovvio, ma quante volte lo si fa davvero? Ad esempio è importante chiedersi cosa significhi per i clienti Digital Transformation e quali siano le loro aspettative in termini di Customer Experience. Affinché l’innovazione riesca a rispondere alle esigenze dei clienti, le aziende dovrebbero utilizzare le tecnologie per fare in modo che i dipendenti abbiano più tempo per concentrarsi sulle loro esigenze anziché sulla gestione dei processi.  2.    Incoraggia i dipendenti a proporre nuove idee: chi può fornire un apporto significativo all’innovazione se non le persone che conoscono meglio l’azienda? Grazie alla nuova ricerca Ricoh abbiamo scoperto che il 46% delle Pmi ha intenzione di organizzare workshop in cui coinvolgere i dipendenti per parlare di innovazione e il 42% vuole promuovere spazi di sperimentazione per capire se le proposte avranno successo. Coinvolgendo i dipendenti, è molto più semplice intraprendere un percorso strutturato verso l’innovazione e coglierne le opportunità.

 

3.    Focalizzati sulla formazione: secondo le Pmi con cui ci siamo confrontati, tecnologie e persone vanno di pari passo. Il 48% del campione cerca di integrare competenze tecniche e digitali nella propria azienda per accelerare l’innovazione, mentre il 68% sta dando priorità alla ricerca di persone dotate di spiccate capacità di comunicazione. Concentrarsi sull’aggiornamento delle competenze può dare una marcia in più.

 

I risultati della ricerca mettono in evidenza come nelle aziende stiano emergendo nuovi modi di concepire i processi di cambiamento. Fare innovazione non significa buttarsi a capofitto senza riflettere, ma trovare il tempo per comprendere a fondo come migliorarsi anche in funzione alle nuove esigenze dei clienti. Significa lasciare alle persone il tempo di pensare oltre il quotidiano per immaginare nuovi modi di lavorare. Infine, innovare vuole dire essere pronti a correre rischi e a fidarsi di coloro che vogliono dare un contributo alla trasformazione.

A cura di David Mills, CEO di Ricoh Europe

Condividi:

Continue reading

Gold Ecovadis per Ricoh

92

Written by:

La valutazione Gold da parte di EcoVadis conferma la capacità di Ricoh di raggiungere elevati standard nell’ambito della responsabilità sociale. EcoVadis ha analizzato fornitori dislocati in 110 Paesi e operanti in 150 settori prendendo in considerazione le iniziative e gli obiettivi raggiunti nelle seguenti aree: impegno ambientale;  condizioni di lavoro; trasparenza e correttezza del business; gestione della supply chainRicoh è stata inserita nelle imprese valutate “top” (il 5% di tutte le aziende analizzate).Oggi molte aziende si pongono l’obiettivo di migliorare la propria sostenibilità ambientale anche scegliendo fornitori green. Le credenziali ambientali diventano quindi un importante criterio di selezione dei fornitori. Sempre più spesso le imprese chiedono a Ricoh dati sulla sostenibilità, inclusa la ricerca di EcoVadis, per avere ulteriori elementi di valutazione nella scelta delle tecnologie. Ricoh amplia costantemente il valore offerto non solo alle aziende, ma anche alla società nella sua globalità. Per questo Ricoh vuole dare un contributo attivo al raggiungimento dei Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite e il riconoscimento Gold da parte di EcoVadis attesta gli importanti traguardi raggiunti.

Condividi:

Continue reading

Pmi, il motore dell’innovazione: i consumatori

92

Written by:

 

Il 59% dei 3.300 manager europei coinvolti nella nuova ricerca Ricoh sulle Pmi afferma che l’innovazione è una priorità assoluta. Sono i consumatori, emerge dal report, a definire la direzione di questa trasformazione. Si spiega così perché la netta maggioranza del campione (91%) pensi di modificare, almeno in parte, i propri prodotti e servizi. Il 24% prevede un cambiamento ancora più radicale che porterà ad una rivoluzione completa dell’offerta.

Il fattore più importante che spinge le Pmi ad affrontare il cambiamento riguarda l’evoluzione delle esigenze dei clienti. In particolare, il rapporto qualità/prezzo (citato dal 43% del campione), la varietà dell’offerta (42%) e la qualità della customer experience (41%) sono le aspettative dei clienti che maggiormente influiscono sulla necessità di innovarsi, anche alla luce del fatto che la richiesta di personalizzazione è sempre più forte in tutti i settori.

La tecnologia svolge un ruolo fondamentale nel processo di innovazione, con il 45% delle Pmi che pensa di utilizzare soluzioni per l’analisi di dati e informazioni per ridefinire i prodotti. Inoltre, il 51% utilizzerà le nuove tecnologie per fare in modo che i dipendenti abbiano più tempo per concentrarsi sulle esigenze dei clienti anziché sulla gestione dei processi.

Spiega David Mills, CEO di Ricoh Europe: «I manager delle Pmi hanno il compito di tracciare il percorso di crescita e di cambiamento in un contesto di grande complessità e incertezza. Il lato positivo di questa situazione è che essa può portare le aziende a riconsiderare la direzione intrapresa e aiutarle a sviluppare modalità più efficaci di rivolgersi al mercato. Inoltre, l’evoluzione tecnologica consente alle imprese di tutti i settori di crescere. I manager affermano che la qualità dei prodotti è fondamentale, così come lo sono la riduzione dei costi e la velocità del time-to-market».

Condividi:

Continue reading

Successo per il Dell technologies forum

87

Written by:

Unanimi consensi per il Dell technologies forum, inaugurato lo scorso 15 novembre a Milano (MiCo, Milano Congressi, Viale Eginardo 20149, Milano) in una giornata ricca di incontri, workshop e condivisioni di esperienze.Gold Sponsor dell’evento, Ricoh Italia è stato tra i protagonisti di questo evento dedicato alle opportunità per le aziende italiane connesse alla trasformazione digitale. Il tema di quest’anno, Make It Real, voleva sottolineare come, oggi più che mai, le possibilità tecnologiche siano alla portata di tutti: l’importante è riuscire a concretizzare l’innovazione affinché possa tradursi in un reale processo di trasformazione.  Ha commnetato Alberto Giacometti, Head of IT Services LoB di Ricoh Italia: «Siamo stati presenti nell’area espositiva per condividere il tutto con i visitatori, in che modo i nostri servizi e le nostre soluzioni possano aiutare le aziende a intraprendere un processo di innovazione verso il digitale. I visitatori del Forum hanno potuto approfondire con noi questa trasformazione che abbraccia differenti aree – dalla Mobility, alla Collaboration, all’Information Management – e che rende il business delle aziende più rapido, smart e sicuro». Aggiunge Adolfo Dell’Erba, Channel Senior Director di Dell EMC Italia: «La conferma della partecipazione di Ricoh al Dell Technologies Forum è per noi motivo di soddisfazione perché testimonia che la nostra collaborazione è apprezzata dal mercato. Nell’evento per noi più importante dell’anno ci piace dare la possibilità ai  clienti di incontrare e approfondire il valore dei partner che con noi lavorano alla loro trasformazione digitale». Una particolare attenzione, in quest’edizione del 2018, è stata riservata alla sostenibilità. «Un fattore», conclude Giacometti, «sempre più fondamentale e per il quale la corretta progettazione e gestione delle infrastrutture IT possono dare un contributo positivo».  Il Dell Technologies Forum 2018 è stata dunque un’occasione importante per le aziende che vogliono cogliere le opportunità della Digital Transformation ed essere più reattive sul mercato.

Condividi:

Continue reading

Il futuro della stampa a Viscom 2018

107

Written by:

Per illustrare tutte le potenzialità delle tecnologie, Ricoh ospiterà i visitatori di Viscom 2018 in uno spazio (Pad 8, stand L18) la cui ambientazione ricrea un cantiere dove si costruisce il futuro della stampa. In particolare, seguendo un percorso suddiviso in differenti aree sarà possibile approfondire trend di mercato e applicazioni innovative. Nell’area dello stand dedicata al large format, Ricoh presenterà in anteprima per il mercato italiano la nuova tecnologia proprietaria latex Ricoh Pro L5160 dedicata al mondo graphic arts. A fianco di questa grande novità sarà disponibile Ricoh Pro T7210, soluzione per la stampa su materiali rigidi ideale per la visual communication e l’industrial decoration. Ricoh completa la gamma grande formato presente a Viscom con la tecnologia GEL-Jet Ricoh MP CW2201SP per applicazioni CAD a colori e in bianco e nero. Questa soluzione è ideale per gli studi di architettura e di ingegneria, come anche la nuova applicazione integrata alle lavagne interattive Ricoh che verrà lanciata in anteprima a Viscom. Parte dell’offerta Communication Services, questa applicazione consente di ottimizzare la creazione e gestione dei file e lo storytelling di progetti, anche grazie alla possibilità di interfacciare la lavagna ad altre tecnologie come ad esempio monitor e videoproiettori. Per quanto riguarda la stampa personalizzata su capi d’abbigliamento (Direct-to-Garment) saranno a disposizione dei visitatori Ricoh Ri 100 e la soluzione high-end Ricoh Ri 6000 che permette di stampare su un’ampia gamma di capi colorati come t-shirts, felpe e borse.Ricoh ha scelto l’importante palcoscenico di Viscom per annunciare al mercato due accordi di distribuzione entrambi relativi alla gamma inkjet. Il primo riguarda la commercializzazione della soluzione Ricoh Ri 100 su tutto il territorio nazionale da parte di Fowa, azienda leader nella distribuzione di prodotti di stampa, fotografia ed elettronica di consumo. Per mostrare le potenzialità dell’accordo, presso lo stand Ricoh verrà installato un kiosk self-service mediante il quale i visitatori potranno stampare t-shirts personalizzate. Questa soluzione completa e integrata è ideale per punti vendita quali negozi di fotografia e di gadget che vogliono offrire ai propri clienti servizi innovativi.

Condividi:

Continue reading

Mps Quocirca, le 7 volte di Ricoh

111

Written by:

L’edizione 2018 del report Managed Print Services (MPS) Landscape di Quocirca conferma la leadership di Ricoh nel settore, riconoscendo l’azienda come leader di questo mercato per il settimo anno consecutivo. Quocirca mette in evidenza nel report: “Ricoh continua a mantenere lil primato negli MPS, essendo riuscita a trasformare la propria offerta per rispondere alle esigenze dei propri clienti anche nell’ambito della trasformazione digitale”. Il report prosegue: “Ricoh ha sviluppato un portfolio di servizi che va oltre i tradizionali MPS e include IT Services, Application Services e Sustainability Management Services, tutti ambiti che le consentono di differenziarsi sul mercato”.Gli MPS di Ricoh fanno parte dei Managed Document Services (MDS). La società lavora insieme ai propri clienti per ottimizzare i processi, riuscendo così a migliorare efficienza e sicurezza e allo stesso tempo a ridurre i costi derivanti da un ambiente di stampa non correttamente gestito. Commenta Louella Fernandes, Research Director di Quocirca: «Ricoh ha un’eccellente reputazione anche nel mercato del Commercial Printing, sia per quanto riguarda l’hardware che il software, rappresentando dunque la scelta ideale per le aziende alla ricerca di un unico fornitore per la stampa office e quella di produzione».Il report pone l’accento anche sull’impegno di Ricoh per le piccole e medie imprese, tanto che   Louella Fernandes prosegue così: «Ricoh propone soluzioni e servizi appositamente pensati per supportare le Pmi nello sviluppo del Digital Workplace, aiutando le aziende a migliorare la flessibilità e l’efficienza dei processi. E’ uno dei pochi fornitori nati nel settore del printing che ora è in grado di offrire soluzioni complete per la trasformazione digitale».  Piega David Mills, CEO di Ricoh Europe: «Siamo orgogliosi di essere stati nominati da Quocirca leader negli MPS per il settimo anno consecutivo. Le soluzioni affidabili, sicure e personalizzabili offerte da Ricoh rappresentano la base per la Digital Transformation. Vogliamo aiutare le aziende a evolvere nell’era digitale per riuscire a cogliere nuove opportunità».

Condividi:

Continue reading

Mitutoyo Italiana sceglie Ricoh

116

Written by:

E’ sicuramente un’azienda orientata all’innovazione IT e attenta alle nuove possibilità che possono migliorare i servizi ai clienti e i processi interni. Mitutoyo Italiana, la filiale del leader mondiale nel settore degli strumenti di misura, è impegnata anche nell’ambito del printing e della gestione documentale, elementi centrali della produttività individuale e aziendale.

Racconta Carlo Maletta, IT Manager di Mitutoyo Italiana: «Innovazione, flessibilità nelle attività di stampa e ottimizzazione dei flussi documentali sono state le principali esigenze che ci hanno portato a rivolgerci a Ricoh». Mitutoyo Italiana ha innovato le tecnologie installando dispositivi multifunzione dotati di Smart Operation Panel, un pannello simile a un tablet che semplifica molto le attività. L’obiettivo della flessibilità è stato invece raggiunto grazie a Ricoh StreamLine NX che dà agli utenti la possibilità di inviare in stampa un documento e ritirarlo da qualunque dispositivo, autenticandosi mediante badge, pin oppure con le proprie credenziali di dominio. Continua Maletta: «La soluzione offre numerosi vantaggi, tra cui maggiore sicurezza dei documenti e flessibilità, dato che è possibile ritirare le stampe dal dispositivo in quel momento più libero oppure, nel caso in cui si debba fascicolare o rilegare un documento, utilizzare un sistema con opzioni di finitura». Sempre grazie a Ricoh StreamLine NX, Mitutoyo Italiana è riuscita a ottimizzare i flussi di lavoro integrando i documenti scansiti all’interno di flussi di lavoro digitali. Ricoh Streamline NX permette di inviare i documenti a cartelle di rete direttamente dal pannello multifunzione sul quale sono installate icone personalizzate con informazioni predefinite relative, ad esempio, al formato o all’archivio a cui inviare i documenti. A Ricoh StreamLine NX è stata affiancata la soluzione Ricoh MyPrint con l’obiettivo di ottimizzare le attività dello showroom nella sede di Lainate (Milano). «Al termine delle demo», aggiunge Maletta, «vi è spesso la necessità di stampare i documenti prodotti per consegnarli ai clienti in tempo reale. Per le esigenze di elevata sicurezza tipiche degli showroom aziendali, i dispositivi di questa area non sono parte integrante della rete. Prima del progetto Ricoh, l’unico modo per stampare era salvare i documenti su una periferica USB con tutti i rischi per la sicurezza che questo comportava. Il problema è stato risolto grazie alla funzionalità Kiosk printing di Ricoh MyPrint attivata sul pc dello showroom».

Con un semplice “drag and drop” l’utente carica i file da stampare e, una volta effettuato il login, i documenti vengono processati e possono essere ritirati, sempre mediante autenticazione, da qualunque dispositivo connesso a MyPrint. In questo modo viene garantita la privacy dei test e la disponibilità immediata del risultato per tutti i visitatori dello showroom.

Mitutoyo-italiana

Mitutoyo-italiana

Condividi:

Continue reading

Un Premio per il franchising

106

Written by:

Parte la prima edizione di “Italian Franchising Award”, premio lanciato da Assofranchising, l’Associazione italiana del Franchising, per incoronare le migliori insegne del settore che operano in Italia. Saranno 10 i premi che una giuria di esperti assegnerà ai migliori franchisor italiani il 26 ottobre a Milano, dopo un’attenta valutazione delle candidature ricevute direttamente dalle aziende che concorreranno per aggiudicarsi il primo posto in una delle seguenti categorie:

SVILUPPO FRANCHISING: i tre finalisti saranno i franchisor che hanno aperto il maggior numero di punti vendita in franchising tra il primo gennaio e il 31 agosto 2018;

START-UP FRANCHISING: dietro una grande azienda c’è sempre una grande idea. Ma quale sarà la più innovativa sviluppata in franchising dalle aziende nate dal 2015 in poi?

RECRUITING FRANCHISEE: scegliere il franchisee giusto non è semplice e trovarlo è spesso altrettanto difficile. La giuria di esperti valuterà le campagne di ricerca dei nuovi franchisee messe in campo nel 2018.

FORMAZIONE E ASSISTENZA AL FRANCHISEE: franchisor e franchisee hanno un obiettivo comune: crescere insieme! La formazione iniziale e l’assistenza continuativa agli affiliati sono must imprescindibili del franchising;

CUSTOMER CARE: non sono sufficienti solo un buon prodotto o servizio per soddisfare il cliente finale. Il consumatore oggi chiede e ha diritto a molte attenzioni e per questo la giuria sceglierà il miglior servizio clienti;

INNOVAZIONE TECNOLOGICA: il negozio del futuro è oggi! Sempre più aziende rinnovano i punti vendita rendendoli più accattivanti grazie alle novità del mondo della tecnologia;

MARKETING E COMUNICAZIONE: quale sarà la migliore campagna del 2018?

BEST IN SHOW: IL PIÙ BELLO DEL SALONE: in occasione del Salone Franchising Milano, di cui Assofranchising è Franchising Association Partner, la giuria valuterà il miglior stand tra gli espositori franchisor;

PREMIO DELLA GIURIA

BEST OF ALL: i presenti alla serata eleggeranno il vincitore assoluto tra tutti i franchisor premiati.

 

L’Italian Franchising Award, ideato e promosso da Assofranchising, rappresenta un concept nuovo ed esclusivo, diverso dagli altri premi di categoria sia per la scelta delle insegne, sia per la partecipazione e la fruibilità gratuita del premio, un ulteriore segnale di autorevolezza e di merito.

Possono concorrere al premio non solo le insegne socie di Assofranchising, ma tutte le insegne franchisor che operano in Italia.

La serata di premiazione si terrà presso Palazzo Giureconsulti in occasione del Salone Franchising Milano.

 

Spiega Italo Bussoli, Presidente di Assofranchising: «Abbiamo voluto essere una voce fuori dal coro creando un Premio diverso, istituzionale e autorevole, riconoscendo anche la dinamicità e la diversità del mondo del franchising, un settore in grado di favorire l’incontro di grandi aziende affermate con giovani imprenditori emergenti. Come Associazione ci occupiamo di tutelare gli interessi di tutte le insegne e degli affiliati che operano nel nostro paese. Per questo motivo al premio potranno partecipare tutte le aziende che fanno franchising e non unicamente i Soci».

 

Il 2017 è stato l’anno da record per il settore. Come emerge dal Rapporto Assofranchising 2018, il giro d’affari in Italia vale 24,545 miliardi di euro con un +2,6% rispetto al 2016. In crescita anche i punti vendita, +1,9% rispetto all’anno precedente, e gli addetti occupati che nel franchising trovano terreno fertile segnando un +2,0%. A livello regionale, la Lombardia si conferma l’area in cui sono presenti più insegne (256), seguita dal Lazio (104) e dalla Campania (89).

Anche il primo semestre 2018 sembra confermare questo trend di crescita. L’Italia rappresenta un paese dal potenziale molto alto essendo, al momento, il franchising in Italia solo il 7% del mercato del commercio al dettaglio. Le prospettive di espansione, dunque, sono davvero interessanti.

Condividi:

Continue reading