Economy

L’innovazione agli Hunkeler Innovationdays 2019

24

Written by:

Agli Hunkeler Innovationdays 2019 (Lucerna, Svizzera, 25-28 febbraio 2019) Ricoh accelera la crescita dei fornitori di servizi di stampa scendendo in campo con Ricoh Pro VC70000, soluzione inkjet modulo continuo che consente di stampare con un’elevata copertura di inchiostro eliminando l’effetto onda. La soluzione offre una velocità di stampa di 150 metri al minuto, producendo quasi 12.000 fogli B2 fronte-retro all’ora, ed elevata qualità anche grazie ai nuovi inchiostri sviluppati da Ricoh che supportano la carta patinata offset. Durante gli Hunkeler Innovationdays 2019 verranno prodotte diverse applicazioni, tra cui photobook rilegati, leaflet e direct mailing. Presso lo stand Ricoh sarà inoltre disponibile Ricoh Pro V20000, soluzione inkjet modulo continuo monocromatica ideale per un’ampia gamma di applicazioni che includono stampa transazionale, produzione di libri, direct mailing e foglietti illustrativi per il settore farmaceutico. Agli Hunkeler Innovationdays 2019 non mancherà il mondo del foglio singolo con la soluzione Ricoh Pro C9200 che offre qualità grazie ad una messa a registro perfetta. Inoltre, Ricoh presenterà aggiornamenti al portfolio delle soluzioni software e mostrerà ai visitatori le potenzialità di Ricoh TotalFlow BatchBuilder e Ricoh ProcessDirector. «Il nostro portfolio di soluzioni modulo continuo è in costante espansione», afferma Eef de Ridder, Vice President of Commercial Printing, Commercial and Industrial Printing Group, Ricoh Europe, commenta, «i visitatori degli Hunkeler Innovationdays 2019 potranno scoprire le potenzialità di Ricoh Pro VC70000 che, grazie alla nuova unità di asciugatura e ai nuovi inchiostri, offre velocità, affidabilità e qualità aprendo ulteriori orizzonti per i fornitori di stampa».

Condividi:

Continue reading

Edison, più energia nella gestione dei documenti

14

Written by:

Edison è tra le principali società di energia in Italia con attività che includono approvvigionamento, produzione e vendita di energia elettrica e gas, servizi energetici ed ambientali. Innovazione e sostenibilità sono due valori con cui l’azienda guarda al futuro e che ha ritrovato in Ricoh, partner scelto per migliorare i processi di stampa.

«Oltre che verso i nostri clienti, l’innovazione in Edison è rivolta anche a dipendenti e collaboratori introducendo soluzioni sempre nuove per semplificare le attività, migliorare l’efficienza e ridurre gli sprechi», commenta Emilio Palomba, Category Manager di Edison, «l’innovazione è il principio alla base di un progetto che ha interessato le attività di stampa e la gestione dei documenti».

Continua Mirko Garofalo, Buyer del Procurement Department di Edison: «Ricoh  ha analizzato le tecnologie di stampa in utilizzo nelle oltre 60 sedi Edison distribuite su tutto il territorio nazionale. Con il nuovo progetto abbiamo ottimizzato e razionalizzato l’ambiente di stampa, passando da 900 a 400 dispositivi». Tra i principali vantaggi della nuova infrastruttura tecnologica vi sono, da un lato, la riduzione dell’impatto ambientale e dei costi e, dall’altro, una maggiore efficienza nei processi. Questo anche grazie a funzionalità integrate direttamente nei multifunzione che migliorano le attività di scansione e i workflow.

 

I servizi di assistenza tecnica sono fondamentali affinché i sistemi di stampa siano sempre disponibili agli utenti. Ricoh è in grado di soddisfare le esigenze dei suoi clienti mediante una rete di assistenza tecnica distribuita capillarmente sul territorio. Oltre ad operare con livelli di servizio molto rigorosi, Ricoh offre grande flessibilità adeguando l’assistenza alle policy di sicurezza per l’accesso alle centrali e ai siti produttivi del cliente.

La collaborazione tra Edison e Ricoh proseguirà in futuro anche in merito al mobile printing per consentire agli utenti di inviare in stampa documenti direttamente da dispositivi mobili.

Condividi:

Continue reading

Anche il digitale ha un cuore

19

Written by:

Premio Cuore Digitale è un’iniziativa organizzata dall’associazione non-profit Cuore Digitale per sostenere le migliori tecnologie digitali sviluppate a favore del sociale.  Racconta il Presidente dell’Associazione, Gianluca Ricci: «Quest’anno abbiamo pensato a un’edizione speciale che coniuga la tecnologia con la terapia della felicità e con lo spirito natalizio»,La premiazione si è svolta venerdì 21 dicembre nella ludoteca dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma in cui i bambini ricoverati nell’Ospedale Pediatrico sono stati protagonisti di un viaggio nello spazio. In un’atmosfera davvero natalizia, i piccoli pazienti hanno avuto l’opportunità, grazie a visori per la realtà virtuale, di atterrare sulla Luna e di passeggiare nel cosmo tra stelle e pianeti. Un momento che non soltanto ludico ma anche istruttivo grazie al divulgatore scientifico Roberto Giacobbo che ha stimolato i bambini con domande e risposte. Aggiunge Ricci: «Per l’occasione sono stati donati all’Ospedale Bambino Gesù anche dei tablet con lo scopo di stimolare la creatività dei più piccoli ed accrescere nuove competenze».«Ricoh Italia»,  commenta Davide Oriani, CEO dell’azienda, «crede fortemente nell’innovazione sostenibile e solidale. Ed è per questo che, anche quest’anno, abbiamo deciso di dare il nostro supporto a questa iniziativa volta a premiare le persone che mettono il proprio lavoro al servizio della collettività. Questa è inoltre un’importante occasione per dare visibilità a tematiche sociali rilevanti affinché si possa creare un ecosistema che valorizzi la solidarietà e il ruolo che le tecnologie possono ricoprire in questo ambito».Quest’anno il premio è andato al ricercatore dell’equipe sanitaria del Bambino Gesù, il dottor Luca Borro, che ha contribuito al successo dell’operazione chirurgica per la separazione di due gemelle siamesi. Utilizzando la stampa 3D, il dott. Luca Borro ha riprodotto il modello dei corpi delle gemelle siamesi, compresi di vasi sanguigni. Il suo lavoro ha permesso ai chirurghi di studiare in anticipo la tecnica più idonea per la separazione delle gemelle, consentendo di dimezzare quasi i tempi dell’intervento e di lavorare sul campo agendo quindi in totale sicurezza.

Condividi:

Continue reading

ISE 2019, appuntamento ad Amsterdam

17

Written by:

In occasione dell’evento fieristico ISE 2019, Ricoh (Padiglione 11, Stand A110) presenterà un’ampia gamma di soluzioni che aprono nuove frontiere nell’ambito della Collaboration. L’appuntamento è ad Amsterdam dal 5 all’8 febbraio presso l’Amsterdam RAI Exhibition and Convention Centre. Il focus sarà in particolare sul “workplace as a service” di Ricoh che include soluzioni e servizi per realizzare sale riunioni, strumenti di collaborazione, sistemi di digital signage e tool per la gestione degli spazi di lavoro. Inoltre, i visitatori potranno toccare con mano i vantaggi dell’innovativo Smart Meeting Assistant che trasforma ogni riunione in un’esperienza multimediale. Ricoh mostrerà in che modo l’offerta Communication Services possa rendere più efficace il modo di comunicare e di collaborare consentendo alle aziende di cogliere tutte le opportunità del Digital Workplace. Spiega Oscar Mellegers, Head of Marketing EMEA, Communication Services, Ricoh Europe: «Ci troviamo nel pieno della cosiddetta Digital Age e per le aziende è sempre più importante realizzare ambienti di lavoro che migliorino la flessibilità, la collaborazione e la produttività. Da una ricerca Ricoh è emerso come l’86% dei business leader sta lavorando per aumentare l’agilità della propria azienda. A ISE 2019 mostreremo in che modo il Digital Workplace possa fare la differenza per la competitività e la crescita delle imprese». Ogni giorno allo stand Ricoh verrà messa in palio una fotocamera a 360° Ricoh Theta V. Clicca qui per registrarti gratuitamente a ISE 2019.

Condividi:

Continue reading

Ambienti di lavoro digitali, ora il modello è su misura

19

Written by:

Ricoh è stata nominata leader nel report “IDC MarketScape: Worldwide Contractual Print and Document Services 2018 Vendor Assessment” (dicembre 2018). Ricoh si è differenziata tra l’altro per la capacità di realizzare ambienti di lavoro digitali innovativi e basati sulle reali esigenze del cliente. L’approccio di Ricoh semplifica la Digital Transformation, migliora la customer experience e aumenta la produttività delle aziende. IDC sottolinea inoltre come l’offerta proposta da Ricoh sia tra le più complete sul mercato potendo contare su un modello di erogazione dei servizi globale e integrato. Afferma Robert Palmer, Research Vice President, Imaging, Printing, and Document Solutions, IDC: «Ricoh pone in primo piano le esigenze delle aziende riuscendo così a fornire soluzioni che vi rispondono in maniera specifica sia su scala globale che locale. Per questo dovrebbe essere scelta da tutte le aziende alla ricerca di un partner in grado di sviluppare progetti che evolvono di pari passo con il business». L’offerta di Ricoh va oltre il printing per supportare l’innovazione degli ambienti di lavoro grazie, da un lato, a tecnologie innovative nell’ambito ad esempio dell’Internet of Things e, dall’altro, alla capacità di analizzare i processi delle aziende al fine di aggiungere valore. Managed Document Services, IT Services e Communication Services completano l’offerta Ricoh pensata per ottimizzare i processi e la gestione delle informazioni, dentro e fuori l’azienda. Aggiunge Yoshinori Sakaue, Corporate Vice President and General Manager of the Digital Business Group, Ricoh Company: «Il nostro obiettivo è fornire a clienti e partner di canale servizi e soluzioni che facciano davvero la differenza per il loro business. Le aziende di tutto il mondo possono contare sulle nostre competenze e su soluzioni personalizzabili e scalabili che accelerano l’innovazione e la trasformazione digitale».   Il modello di analisi dei vendor IDC MarketScape offre una panoramica inerente la competitività dei fornitori ICT in un dato mercato. Per la ricerca viene utilizzata una rigorosa metodologia di analisi che, basata su criteri qualitativi e quantitativi, fornisce un’immagine grafica della posizione di ciascun vendor in un determinato mercato. IDC MarketScape offre un framework chiaro in cui è possibile confrontare in modo significativo le offerte di prodotti/servizi, le capacità e le strategie, come anche i fattori di successo attuali e futuri nel mercato dei vendor IT. Il modello fornisce inoltre agli acquirenti di tecnologia una valutazione a 360° dei punti di forza e di debolezza degli attuali e potenziali fornitori.

Condividi:

Continue reading

Gold Ecovadis per Ricoh

45

Written by:

La valutazione Gold da parte di EcoVadis conferma la capacità di Ricoh di raggiungere elevati standard nell’ambito della responsabilità sociale.

EcoVadis ha analizzato fornitori dislocati in 110 Paesi e operanti in 150 settori prendendo in considerazione le iniziative e gli obiettivi raggiunti nelle seguenti aree: impegno ambientale;  condizioni di lavoro; trasparenza e correttezza del business; gestione della supply chainRicoh è stata inserita nelle imprese valutate “top” (il 5% di tutte le aziende analizzate).Oggi molte aziende si pongono l’obiettivo di migliorare la propria sostenibilità ambientale anche scegliendo fornitori green. Le credenziali ambientali diventano quindi un importante criterio di selezione dei fornitori. Sempre più spesso le imprese chiedono a Ricoh dati sulla sostenibilità, inclusa la ricerca di EcoVadis, per avere ulteriori elementi di valutazione nella scelta delle tecnologie. Ricoh amplia costantemente il valore offerto non solo alle aziende, ma anche alla società nella sua globalità. Per questo Ricoh vuole dare un contributo attivo al raggiungimento dei Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite e il riconoscimento Gold da parte di EcoVadis attesta gli importanti traguardi raggiunti.

Condividi:

Continue reading

Cpn inkjet per ampliare gli orizzonti del business

49

Written by:

Oggi le tecnologie inkjet ad alta velocità sono ampiamente diffuse nel mercato della stampa transazionale, del direct mailing e in quello editoriale.

Gli operatori del settore hanno infatti compreso i vantaggi per il loro business derivanti da queste tecnologie. In particolare, si sono resi conto di come la velocità di produzione nelle basse e medie tirature e la possibilità di utilizzare dati variabili consentono di cogliere nuove opportunità per stare al passo con i nuovi trend e migliorare i tempi di consegna. I dati di I.T. Strategies mostrano che dal 2008 la tecnologia inkjet si è diffusa sempre più nei mercati citati erodendo il 20% delle quote di mercato della stampa offset. Questo successo ha avuto una battuta d’arresto nel 2016, anno che ha visto una decrescita delle vendite modulo continuo. Hanno contribuito a questo momento di stallo sia gli aggiornamenti delle tecnologie preesistenti, che hanno migliorato le performance posticipando la necessità di acquistare ulteriori soluzioni, sia il consolidamento del settore che ha ritardato gli investimenti. Le vendite di queste soluzioni sono tornate a crescere del 7% dal 2016 al 2017, e il volume delle pagine è cresciuto del 12% anno su anno. Questo dato rivela come le opportunità siano ancora molte. Come parte del nostro impegno verso l’innovazione tecnologica abbiamo sviluppato una nuova unità di asciugatura per Ricoh Pro™ VC70000. Questo modulo garantisce velocità di stampa, affidabilità e qualità. Le nuove caratteristiche consentono di stampare con una maggiore copertura dell’inchiostro eliminando l’effetto onda, ovvero la deformazione della carta nelle aree in cui la quantità d’inchiostro è maggiore. I lavori che richiedono un’elevata copertura e che in passato venivano prodotti mediante sistemi offset possono ora essere stampati in digitale con risultati eccellenti. Inoltre, gli inchiostri sviluppati da Ricoh sono ideali per la carta patinata offset.  Sono molte le aziende che vorrebbero abbandonare la produzione offset o ibrida per realizzare applicazioni di direct mailing e commesse di alta qualità. Velocità nella produzione, riduzione dei costi, qualità e personalizzazione sono alcuni dei vantaggi offerti dalla tecnologia Ricoh che interessano maggiormente gli stampatori, come anche la possibilità di utilizzare supporti patinati offset.  Zalsman è un’importante azienda olandese sempre attenta alle innovazioni tecnologiche ed è il primo stampatore in Europa ad aver scelto Ricoh Pro VC70000. Tre anni fa questa azienda era stata la prima al mondo ad aver installato Ricoh Pro VC60000. Zalsman ha compiuto il secondo investimento per rispondere all’aumento della domanda e, allo stesso tempo, riuscire a cogliere nuove opportunità in termini di sviluppo e redditività. Grazie alle sue caratteristiche, Ricoh Pro VC70000 è la soluzione ideale per rispondere alle attuali esigenze del mercato.  Avremo modo di mostrare tutte le potenzialità di Ricoh Pro VC70000 agli Hunkeler Innovationdays 2019 (Lucerna, Svizzera, dal 25 al 28 febbraio).

A cura di Eef de Ridder, Vice President of Commercial Printing – Commercial and Industrial Printing Group – Ricoh Europe

Condividi:

Continue reading

Pmi, altro che robot: è l’uomo al centro del cambiamento

98

Written by:

Un’idea innovativa può letteralmente trasformare il mercato. Dieci anni fa nessuno conosceva Uber o WhatsApp. Oggi questi nomi sono sinonimi di nuovi modi di viaggiare e di comunicare. Queste realtà sono diventate due giganti nei rispettivi settori grazie al potere delle idee.  Le Pmi di tutta Europa sono molto attente all’innovazione, ma per ottenere benefici concreti devono riuscire a superare i modi tradizionali di pensare e di rivolgersi al mercato.  La pressione è sempre maggiore. Da una recente ricerca commissionata da Ricoh è emerso come il 78% delle Pmi afferma che il settore in cui opera è cambiato molto negli ultimi cinque anni e il 75% ritiene che nei prossimi cinque è destinato a mutare ancora. Inoltre, il 30% afferma di non sapere da dove cominciare quando si tratta di essere più innovativi.Le Pmi devono però essere ottimiste anche perché l’innovazione non deve avvenire a tutti i costi dall’oggi al domani. L’importante è focalizzarsi su ciò che è davvero importante, senza dimenticare che sono le persone a fare la differenza. Dalla ricerca Ricoh emerge infatti come nei prossimi cinque anni i dipendenti saranno sempre più parte integrante dei processi alla base del cambiamento. Il 45% dei manager delle Pmi vuole incoraggiarli a sviluppare nuove idee e ad essere più creativi. La risorsa più preziosa di cui un’azienda dispone è rappresentata dai suoi stessi dipendenti. Nessuno è escluso; questa è la condizione necessaria affinché la cultura dell’innovazione sia davvero pervasiva e abbia un impatto positivo sia all’interno che all’esterno dell’azienda. In particolare, ci sono tre consigli che possono aiutare le Pmi a fare il salto di qualità. 1.    Mettiti nei panni dei clienti: può sembrare ovvio, ma quante volte lo si fa davvero? Ad esempio è importante chiedersi cosa significhi per i clienti Digital Transformation e quali siano le loro aspettative in termini di Customer Experience. Affinché l’innovazione riesca a rispondere alle esigenze dei clienti, le aziende dovrebbero utilizzare le tecnologie per fare in modo che i dipendenti abbiano più tempo per concentrarsi sulle loro esigenze anziché sulla gestione dei processi.  2.    Incoraggia i dipendenti a proporre nuove idee: chi può fornire un apporto significativo all’innovazione se non le persone che conoscono meglio l’azienda? Grazie alla nuova ricerca Ricoh abbiamo scoperto che il 46% delle Pmi ha intenzione di organizzare workshop in cui coinvolgere i dipendenti per parlare di innovazione e il 42% vuole promuovere spazi di sperimentazione per capire se le proposte avranno successo. Coinvolgendo i dipendenti, è molto più semplice intraprendere un percorso strutturato verso l’innovazione e coglierne le opportunità.

 

3.    Focalizzati sulla formazione: secondo le Pmi con cui ci siamo confrontati, tecnologie e persone vanno di pari passo. Il 48% del campione cerca di integrare competenze tecniche e digitali nella propria azienda per accelerare l’innovazione, mentre il 68% sta dando priorità alla ricerca di persone dotate di spiccate capacità di comunicazione. Concentrarsi sull’aggiornamento delle competenze può dare una marcia in più.

 

I risultati della ricerca mettono in evidenza come nelle aziende stiano emergendo nuovi modi di concepire i processi di cambiamento. Fare innovazione non significa buttarsi a capofitto senza riflettere, ma trovare il tempo per comprendere a fondo come migliorarsi anche in funzione alle nuove esigenze dei clienti. Significa lasciare alle persone il tempo di pensare oltre il quotidiano per immaginare nuovi modi di lavorare. Infine, innovare vuole dire essere pronti a correre rischi e a fidarsi di coloro che vogliono dare un contributo alla trasformazione.

A cura di David Mills, CEO di Ricoh Europe

Condividi:

Continue reading

Gold Ecovadis per Ricoh

73

Written by:

La valutazione Gold da parte di EcoVadis conferma la capacità di Ricoh di raggiungere elevati standard nell’ambito della responsabilità sociale. EcoVadis ha analizzato fornitori dislocati in 110 Paesi e operanti in 150 settori prendendo in considerazione le iniziative e gli obiettivi raggiunti nelle seguenti aree: impegno ambientale;  condizioni di lavoro; trasparenza e correttezza del business; gestione della supply chainRicoh è stata inserita nelle imprese valutate “top” (il 5% di tutte le aziende analizzate).Oggi molte aziende si pongono l’obiettivo di migliorare la propria sostenibilità ambientale anche scegliendo fornitori green. Le credenziali ambientali diventano quindi un importante criterio di selezione dei fornitori. Sempre più spesso le imprese chiedono a Ricoh dati sulla sostenibilità, inclusa la ricerca di EcoVadis, per avere ulteriori elementi di valutazione nella scelta delle tecnologie. Ricoh amplia costantemente il valore offerto non solo alle aziende, ma anche alla società nella sua globalità. Per questo Ricoh vuole dare un contributo attivo al raggiungimento dei Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite e il riconoscimento Gold da parte di EcoVadis attesta gli importanti traguardi raggiunti.

Condividi:

Continue reading

Pmi, il motore dell’innovazione: i consumatori

69

Written by:

 

Il 59% dei 3.300 manager europei coinvolti nella nuova ricerca Ricoh sulle Pmi afferma che l’innovazione è una priorità assoluta. Sono i consumatori, emerge dal report, a definire la direzione di questa trasformazione. Si spiega così perché la netta maggioranza del campione (91%) pensi di modificare, almeno in parte, i propri prodotti e servizi. Il 24% prevede un cambiamento ancora più radicale che porterà ad una rivoluzione completa dell’offerta.

Il fattore più importante che spinge le Pmi ad affrontare il cambiamento riguarda l’evoluzione delle esigenze dei clienti. In particolare, il rapporto qualità/prezzo (citato dal 43% del campione), la varietà dell’offerta (42%) e la qualità della customer experience (41%) sono le aspettative dei clienti che maggiormente influiscono sulla necessità di innovarsi, anche alla luce del fatto che la richiesta di personalizzazione è sempre più forte in tutti i settori.

La tecnologia svolge un ruolo fondamentale nel processo di innovazione, con il 45% delle Pmi che pensa di utilizzare soluzioni per l’analisi di dati e informazioni per ridefinire i prodotti. Inoltre, il 51% utilizzerà le nuove tecnologie per fare in modo che i dipendenti abbiano più tempo per concentrarsi sulle esigenze dei clienti anziché sulla gestione dei processi.

Spiega David Mills, CEO di Ricoh Europe: «I manager delle Pmi hanno il compito di tracciare il percorso di crescita e di cambiamento in un contesto di grande complessità e incertezza. Il lato positivo di questa situazione è che essa può portare le aziende a riconsiderare la direzione intrapresa e aiutarle a sviluppare modalità più efficaci di rivolgersi al mercato. Inoltre, l’evoluzione tecnologica consente alle imprese di tutti i settori di crescere. I manager affermano che la qualità dei prodotti è fondamentale, così come lo sono la riduzione dei costi e la velocità del time-to-market».

Condividi:

Continue reading