H.E.G. Author

I protagonisti del Gartner Magic Quadrant

34

Written by:

Gartner ha analizzato 16 fornitori, tra cui Ricoh, operanti nel mercato europeo dei Managed Workplace Services (MWS). Ricoh è stata inclusa nel Magic Quadrant 20191 per la sua completezza di visione e capacità di esecuzione.

Precisa la società di analisi: «Gartner considera i Managed Workplace Services un sottoinsieme del mercato dell’IT outsourcing (ITO). I MWS includono i servizi tradizionali di outsourcing relativi alla postazione di lavoro (end-user outsourcing, EUO), ma anche nuove proposte per il Digital Workplace volte ad offrire un supporto basato sul cloud, automatizzato ed integrato. Fanno parte dell’EUO: 1. Service Desk 2. Servizi di desktop/laptop outsourcing per dispositivi fisici o virtuali 3. Mobility Services per la gestione di dispositivi mobili. I MWS favoriscono la trasformazione digitale aumentando la soddisfazione degli utenti, il loro coinvolgimento e la flessibilità organizzativa, anche grazie ad ambienti di lavoro personalizzati che contribuiscono alla employee retention».

Afferma David Mills, CEO di Ricoh Europe: «Ricoh è stata inserita nel Magic Quadrant grazie alla sua capacità di innovare i servizi offerti e di anticipare le esigenze dei clienti. Consideriamo questo riconoscimento una riconferma della nostra capacità di accompagnare le aziende in una trasformazione che favorisca la flessibilità organizzativa e individuale. Infine, riusciamo a realizzare ambienti di lavoro digitali e a fornire servizi affidabili e costanti, abilitando la collaboration e aiutando le aziende a cogliere le opportunità derivanti da Intelligenza Artificiale, data analytics e IoT».

Aggiunge Alberto Mariani, Senior Vice President of Office Services, Ricoh Europe: «La valutazione di Gartner attesta gli elevati livelli di soddisfazione dei nostri clienti e il miglioramento continuo che siamo in grado di offrire loro, mostrando come Ricoh ponga in primo piano le priorità di business delle aziende. Gartner evidenzia inoltre la nostra capacità di garantire valore grazie alle tecnologie digitali per la gestione e analisi dei dati, andando dunque oltre l’offerta tradizionale».

A questo link è possibile richiedere una copia del report “Magic Quadrant for Managed Workplace Services, Europe”.

Condividi:

Continue reading

Workplace: 5 trend strategici per il 2019

101

Written by:

Le aziende che stanno vivendo la trasformazione digitale sono chiamate a considerare nell’anno appena cominciato alcuni trend che, secondo Ricoh, stanno rapidamente cambiando non soltanto il modo di lavorare, ma anche quello di progettare uffici e sale riunioni. Le tendenze mettono in evidenza un contesto in forte evoluzione e aprono scenari importanti per le organizzazioni che cercano di migliorare l’efficienza e raggiungere importanti risultati di business.

Automazione a tutto campo. In questo ambito, le tecnologie hanno fatto passi da giganti negli ultimi anni. Una volta appannaggio dei film di fantascienza, l’Intelligenza Artificiale (AI) e l’automazione avranno nel corso di quest’anno un impatto ancora maggiore in tutti i settori di mercato. Le applicazioni e i vantaggi sono ormai noti: da una migliore relazione con i clienti a un aumento della produttività grazie all’ottimizzazione dei processi, alla possibilità di prendere decisioni sempre più efficaci. Da una ricerca Ricoh è inoltre emerso come i dipendenti europei siano ottimisti a riguardo e pensano che l’AI avrà un impatto positivo sul loro modo di lavorare.

Diversity, un ruolo chiave nella trasformazione. Negli ultimi anni, le aziende hanno compreso come la diversity all’interno dell’organizzazione sia un aspetto fondamentale e nel 2019 aumenteranno sempre più le iniziative e i progetti volti a valorizzarla. Secondo Ricoh, le idee più innovative nascono dall’incontro di esperienze e di punti di vista differenti; le aziende di successo saranno quelle in grado di coinvolgere persone con caratteristiche differenti migliorando la collaborazione e il confronto in modo trasversale.

La CSR come punto di partenza per il futuro. Esattamente come la diversity, anche la CSR sta finalmente ottenendo l’attenzione che merita. In passato la correlazione tra impatto ambientale e performance finanziarie è stata molto sottovalutata. Ora, con i Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite e un numero sempre maggiore di aziende che chiedono requisiti green ai propri fornitori, la CSR sta salendo ai primi posti delle agende dei manager. Ricoh migliora costantemente la sostenibilità del proprio business e della società e, solo per fare un esempio, si è posta l’obiettivo di soddisfare il 100% del proprio fabbisogno energetico attraverso fonti di energia rinnovabile entro il 2050.

Progettare gli spazi di lavoro in modo nuovo. Oltre alle modalità lavorative, cambiano anche gli spazi di lavoro che diventano sempre più flessibili, dinamici e condivisi. Si affermano dunque nuove tendenze nel design degli uffici che guardano sempre più alla collaboration e alle logiche di “smart job” per favorire la produttività e il pensiero creativo. Ripensare gli spazi di lavoro e adottare tecnologie digitali sono due facce della stessa medaglia per promuovere uno dei paradigmi in grado nei prossimi anni di facilitare davvero l’innovazione: il Digital Workplace.

Innovazione: da opzione a priorità assoluta. Di recente Ricoh ha commissionato una ricerca per capire in che modo le Pmi di tutta Europa si relazionino nei confronti dell’innovazione. Secondo il 59% del campione essa rappresenta una priorità assoluta e il 34% degli intervistati è addirittura convinto che la propria azienda potrà fallire entro il 2020 se non riuscirà trasformarsi per rispondere ai cambiamenti attualmente in atto nel mercato. La tecnologia svolge un ruolo fondamentale nel cambiamento, con il 45% delle Pmi che pensa di utilizzare soluzioni per l’analisi di dati e informazioni per ridefinire i prodotti e rispondere alle nuove esigenze dei consumatori. La maggior parte delle aziende coinvolte nella ricerca ha in programma per quest’anno di condurre progetti pilota e promuovere spazi di sperimentazione per testare idee innovative e capire se avranno successo.

Secondo Ricoh gli aspetti sopra citati avranno un ruolo di primo piano durante quest’anno e per gli anni a venire. Il contesto economico, le nuove normative e le scarse competenze digitali avranno ovviamente un impatto sugli sviluppi, ma possiamo essere ottimisti ed in particolar modo possono esserlo le aziende che stanno puntando con decisione all’innovazione e alla trasformazione digitale.

A cura di Laura Venturini, Product Marketing Manager di Ricoh Italia

Condividi:

Continue reading

Digital Workplace: i nuovi multifunzione intelligenti

42

Written by:

La nuova serie Ricoh IM include 13 dispositivi multifunzione intelligenti a colori A3, tra cui Ricoh IM C2000, IM C2500, IM C3000, IM C3500, IM C4500, IM C5500 e IM C6000 che offrono una velocità di stampa rispettivamente di 20, 25, 30, 35, 45, 55 e 60 pagine al minuto.

Oltre ad essere certificati Blue Angel ed EPEAT, tutti i modelli integrano stampa, scansione, copia, accessori per la finitura fino a formati di stampa SRA3, nonché supporto standard per la stampa mobile. La serie si interfaccia con la piattaforma Always Current Technology di Ricoh che permette di lavorare in modo più smart grazie a tecnologie che offrono scalabilità, sicurezza, sostenibilità e semplicità. Mediante questa piattaforma è possibile accedere ad un’ampia gamma di applicazioni, aggiornamenti e funzionalità aggiuntive per cui i dispositivi sono sempre perfettamente efficienti. Always Current Technology garantisce scalabilità per rispondere alle esigenze attuali e future degli ambienti di lavoro, offrendo allo stesso tempo sicurezza e software sempre aggiornati.  Racconta 0David Mills, CEO di Ricoh Europe: «La sicurezza delle informazioni e la possibilità di accedervi rapidamente sono aspetti fondamentali per il Digital Workplace. Si spiega perché la security sia una priorità per Ricoh: i nuovi multifunzione integrano funzionalità all’avanguardia per la crittografia a protezione delle informazioni». I dispositivi sono molto semplici da utilizzare grazie allo Smart Operation Panel, un pannello touch dotato di un processore di ultima generazione che velocizza l’utilizzo delle applicazioni installate. L’interfaccia migliora la user-experience e può essere personalizzata per rispondere alle esigenze dello specifico ambiente di lavoro e gestire al meglio i relativi workflow. Mediante Ricoh Intelligent Support, i tecnici Ricoh possono accedere da remoto allo Smart Operation Panel per una rapida risoluzione di eventuali problematiche e per effettuare gli aggiornamenti del firmware.  Continua Mills: «Oggi le aziende devono trasformarsi sempre più velocemente. Ricoh sa bene che i propri clienti hanno nuove necessità e che gli ambienti di lavoro si estendono oltre agli uffici tradizionali. I nuovi dispositivi intelligenti di Ricoh, come ogni altra tecnologia smart, permettono di installare applicazioni con grande flessibilità per lavorare in modo più efficiente e produttivo. Chiamiamo questo approccio Dynamic Workplace Intelligence sottolineando così la flessibilità con cui lavoriamo con i nostri clienti per sviluppare ambienti di lavoro su misura”.»

Condividi:

Continue reading

Hunkeler Innovationdays, appuntamento a Lucerna il 25 febbraio

45

Written by:

I visitatori della fiera di Lucerna (Svizzera, 25-28 febbraio 2019) troveranno allo stand Ricoh (Padiglione 2, Stand P2) un’ampia gamma di applicazioni realizzate con le soluzioni digitali inkjet modulo continuo, che offrono risultati paragonabili a quelli della tecnologia offset.

La qualità dell’output mostrerà agli stampatori come il passaggio dall’analogico al digitale sia assolutamente possibile.  Le luci dei riflettori saranno puntate sulle applicazioni realizzate mediante Ricoh Pro VC70000, in particolare: una guida turistica stampata su carta patinata offset Stora Enso LumiSilk da150gsm ad una velocità di 100 metri al minuto e rilegata offline mediante un pinzatore a sella Hohner;il libro fotografico “Wild about Twickenham” realizzato su carta lucida Stora Enso LumiArt da 150gsm e cucito offline da Meccanotecnica;un’applicazione di direct mailing di 4 pagine che include tre voucher premarcati. Le bobine di carta Stora Enso LumiSilk da 150gsm vengono rifinite con sistemi Hunkeler e Horizon per lo sbobinamento, il taglio e la piega. Spiega Eef De Ridder, Vice President of Commercial Printing, Commercial and Industrial Printing Group, Ricoh Europe: «Saranno a disposizione dei visitatori opuscoli di direct mailing realizzati su carta offset Arctic G-Print matt da 100gsm alla velocità di 150 m/min e completati mediante finitura da Zalsman, la prima azienda in Europa ad aver installato Ricoh Pro VC70000. “Grazie ai nuovi asciugatori integrati nel sistema, gli stampatori possono affrontare il passaggio da tecnologia offset a tecnologia digitale modulo continuo in modo più semplice, poiché non è più necessario utilizzare carta pretrattata. Questa novità consente una maggiore flessibilità produttiva e l’utilizzo di una più ampia varietà di inchiostri per risultati di qualità eccellente!. Al fianco di Ricoh Pro VC70000 sarà in azione anche Ricoh Pro V20000 utilizzata per la stampa di:

  • tre libri bianco e nero di dimensioni differenti su carta UPM Fine da 90gsm. La bobina verrà tagliata con un sistema Hunkeler Generation 8 e finita fuori linea da Muller Martini.
  • un bugiardino su carta Delfort Polar Bright da 50gsm tagliato da Hukeler e piegato da un sistema GUK.

Infine, verranno realizzati leaflet con differenti tipologie di supporti su Ricoh Pro C9200. All’interno dei leaflet un esempio di tre ante con voucher premarcati.  Muller Martini rilegherà i libri stampati con Ricoh Pro VC40000 (carta CVG Matt 90gsm), veri e propri esempi di stampa on demand a colori. È la prima volta che Ricoh propone al mercato una gamma di applicazioni così ampia, anche grazie alla partnership con i maggiori produttori di sistemi per il finishing. Questo dimostra la capacità di Ricoh di supportare gli stampatori in investimenti a valore aggiunto dall’inizio alla fine del flusso produttivo.

Condividi:

Continue reading

International contemporary art alla Fabbrica del Vapore

222

Written by:

E’ destinata a prendere il posto lasciato da Spazio Oberdan, la storica sede espositiva milanese di Viale Vittorio Veneto, chiusa con l’abolizione della Provincia.Fabbrica del Vapore, mega location polifunzionale, si sta guadagnando velocemente un posto di primo piano anche nell’arte visiva. La mostra “Inside Magritte, emotion exibition” (9 ottobre 2018-10 febbraio 2019), omaggio al Maestro del surrealismo, è uno dei successi della stagione autunno/ inverno 2018/19.

E ora è la volta del contemporaneo: presso il Lotto 11 C (V&A), dal 1 al 14 febbraio si tiene la mostra “International Contemporary Art”, rassegna di artisti contemporanei curata dal critico e storico dell’arte Giorgio Gregorio Grasso e promossa anche dalle associazioni culturali Milano Vapore e Corte Sconta, con il patrocinio del Comune di Milano.

La mostra propone opere di Fran Bull, la pittrice e scultrice newyorkese nota come “Neo abstract espressionism queen”, presente con la personale “Libera nel mondo”. Per l’occasione, i lavori della Bull sono stati “prestati” da Scm-Sim, nella cui sede milanese si sta tenendo una grande mostra dell’artista americana, inaugurata lo scorso novembre e in cartello sino a marzo, quando verrà spostata negli uffici romani della multinazionale.

Alla mostra, curata da Grasso, partecipano anche Sabrina Ravanelli, Emanuela Montorro, Rayan Lynch, Karina Castorani Gosteva ed Edoardo Aguzzi. Quest’ultimo, classe 1999, vincitore nel 2017, a soli 17 anni, della sezione Scultura/Installazione del Premio Ricoh (uno dei più prestigiosi riconoscimenti per giovani pittori e scultori contemporanei), è considerato uno degli artisti più promettenti della Z generation.

Condividi:

Continue reading

L’innovazione agli Hunkeler Innovationdays 2019

66

Written by:

Agli Hunkeler Innovationdays 2019 (Lucerna, Svizzera, 25-28 febbraio 2019) Ricoh accelera la crescita dei fornitori di servizi di stampa scendendo in campo con Ricoh Pro VC70000, soluzione inkjet modulo continuo che consente di stampare con un’elevata copertura di inchiostro eliminando l’effetto onda. La soluzione offre una velocità di stampa di 150 metri al minuto, producendo quasi 12.000 fogli B2 fronte-retro all’ora, ed elevata qualità anche grazie ai nuovi inchiostri sviluppati da Ricoh che supportano la carta patinata offset. Durante gli Hunkeler Innovationdays 2019 verranno prodotte diverse applicazioni, tra cui photobook rilegati, leaflet e direct mailing. Presso lo stand Ricoh sarà inoltre disponibile Ricoh Pro V20000, soluzione inkjet modulo continuo monocromatica ideale per un’ampia gamma di applicazioni che includono stampa transazionale, produzione di libri, direct mailing e foglietti illustrativi per il settore farmaceutico. Agli Hunkeler Innovationdays 2019 non mancherà il mondo del foglio singolo con la soluzione Ricoh Pro C9200 che offre qualità grazie ad una messa a registro perfetta. Inoltre, Ricoh presenterà aggiornamenti al portfolio delle soluzioni software e mostrerà ai visitatori le potenzialità di Ricoh TotalFlow BatchBuilder e Ricoh ProcessDirector. «Il nostro portfolio di soluzioni modulo continuo è in costante espansione», afferma Eef de Ridder, Vice President of Commercial Printing, Commercial and Industrial Printing Group, Ricoh Europe, commenta, «i visitatori degli Hunkeler Innovationdays 2019 potranno scoprire le potenzialità di Ricoh Pro VC70000 che, grazie alla nuova unità di asciugatura e ai nuovi inchiostri, offre velocità, affidabilità e qualità aprendo ulteriori orizzonti per i fornitori di stampa».

Condividi:

Continue reading

Edison, più energia nella gestione dei documenti

50

Written by:

Edison è tra le principali società di energia in Italia con attività che includono approvvigionamento, produzione e vendita di energia elettrica e gas, servizi energetici ed ambientali. Innovazione e sostenibilità sono due valori con cui l’azienda guarda al futuro e che ha ritrovato in Ricoh, partner scelto per migliorare i processi di stampa.

«Oltre che verso i nostri clienti, l’innovazione in Edison è rivolta anche a dipendenti e collaboratori introducendo soluzioni sempre nuove per semplificare le attività, migliorare l’efficienza e ridurre gli sprechi», commenta Emilio Palomba, Category Manager di Edison, «l’innovazione è il principio alla base di un progetto che ha interessato le attività di stampa e la gestione dei documenti».

Continua Mirko Garofalo, Buyer del Procurement Department di Edison: «Ricoh  ha analizzato le tecnologie di stampa in utilizzo nelle oltre 60 sedi Edison distribuite su tutto il territorio nazionale. Con il nuovo progetto abbiamo ottimizzato e razionalizzato l’ambiente di stampa, passando da 900 a 400 dispositivi». Tra i principali vantaggi della nuova infrastruttura tecnologica vi sono, da un lato, la riduzione dell’impatto ambientale e dei costi e, dall’altro, una maggiore efficienza nei processi. Questo anche grazie a funzionalità integrate direttamente nei multifunzione che migliorano le attività di scansione e i workflow.

 

I servizi di assistenza tecnica sono fondamentali affinché i sistemi di stampa siano sempre disponibili agli utenti. Ricoh è in grado di soddisfare le esigenze dei suoi clienti mediante una rete di assistenza tecnica distribuita capillarmente sul territorio. Oltre ad operare con livelli di servizio molto rigorosi, Ricoh offre grande flessibilità adeguando l’assistenza alle policy di sicurezza per l’accesso alle centrali e ai siti produttivi del cliente.

La collaborazione tra Edison e Ricoh proseguirà in futuro anche in merito al mobile printing per consentire agli utenti di inviare in stampa documenti direttamente da dispositivi mobili.

Condividi:

Continue reading

Anche il digitale ha un cuore

63

Written by:

Premio Cuore Digitale è un’iniziativa organizzata dall’associazione non-profit Cuore Digitale per sostenere le migliori tecnologie digitali sviluppate a favore del sociale.  Racconta il Presidente dell’Associazione, Gianluca Ricci: «Quest’anno abbiamo pensato a un’edizione speciale che coniuga la tecnologia con la terapia della felicità e con lo spirito natalizio»,La premiazione si è svolta venerdì 21 dicembre nella ludoteca dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma in cui i bambini ricoverati nell’Ospedale Pediatrico sono stati protagonisti di un viaggio nello spazio. In un’atmosfera davvero natalizia, i piccoli pazienti hanno avuto l’opportunità, grazie a visori per la realtà virtuale, di atterrare sulla Luna e di passeggiare nel cosmo tra stelle e pianeti. Un momento che non soltanto ludico ma anche istruttivo grazie al divulgatore scientifico Roberto Giacobbo che ha stimolato i bambini con domande e risposte. Aggiunge Ricci: «Per l’occasione sono stati donati all’Ospedale Bambino Gesù anche dei tablet con lo scopo di stimolare la creatività dei più piccoli ed accrescere nuove competenze».«Ricoh Italia»,  commenta Davide Oriani, CEO dell’azienda, «crede fortemente nell’innovazione sostenibile e solidale. Ed è per questo che, anche quest’anno, abbiamo deciso di dare il nostro supporto a questa iniziativa volta a premiare le persone che mettono il proprio lavoro al servizio della collettività. Questa è inoltre un’importante occasione per dare visibilità a tematiche sociali rilevanti affinché si possa creare un ecosistema che valorizzi la solidarietà e il ruolo che le tecnologie possono ricoprire in questo ambito».Quest’anno il premio è andato al ricercatore dell’equipe sanitaria del Bambino Gesù, il dottor Luca Borro, che ha contribuito al successo dell’operazione chirurgica per la separazione di due gemelle siamesi. Utilizzando la stampa 3D, il dott. Luca Borro ha riprodotto il modello dei corpi delle gemelle siamesi, compresi di vasi sanguigni. Il suo lavoro ha permesso ai chirurghi di studiare in anticipo la tecnica più idonea per la separazione delle gemelle, consentendo di dimezzare quasi i tempi dell’intervento e di lavorare sul campo agendo quindi in totale sicurezza.

Condividi:

Continue reading

ISE 2019, appuntamento ad Amsterdam

61

Written by:

In occasione dell’evento fieristico ISE 2019, Ricoh (Padiglione 11, Stand A110) presenterà un’ampia gamma di soluzioni che aprono nuove frontiere nell’ambito della Collaboration. L’appuntamento è ad Amsterdam dal 5 all’8 febbraio presso l’Amsterdam RAI Exhibition and Convention Centre. Il focus sarà in particolare sul “workplace as a service” di Ricoh che include soluzioni e servizi per realizzare sale riunioni, strumenti di collaborazione, sistemi di digital signage e tool per la gestione degli spazi di lavoro. Inoltre, i visitatori potranno toccare con mano i vantaggi dell’innovativo Smart Meeting Assistant che trasforma ogni riunione in un’esperienza multimediale. Ricoh mostrerà in che modo l’offerta Communication Services possa rendere più efficace il modo di comunicare e di collaborare consentendo alle aziende di cogliere tutte le opportunità del Digital Workplace. Spiega Oscar Mellegers, Head of Marketing EMEA, Communication Services, Ricoh Europe: «Ci troviamo nel pieno della cosiddetta Digital Age e per le aziende è sempre più importante realizzare ambienti di lavoro che migliorino la flessibilità, la collaborazione e la produttività. Da una ricerca Ricoh è emerso come l’86% dei business leader sta lavorando per aumentare l’agilità della propria azienda. A ISE 2019 mostreremo in che modo il Digital Workplace possa fare la differenza per la competitività e la crescita delle imprese». Ogni giorno allo stand Ricoh verrà messa in palio una fotocamera a 360° Ricoh Theta V. Clicca qui per registrarti gratuitamente a ISE 2019.

Condividi:

Continue reading

Ambienti di lavoro digitali, ora il modello è su misura

61

Written by:

Ricoh è stata nominata leader nel report “IDC MarketScape: Worldwide Contractual Print and Document Services 2018 Vendor Assessment” (dicembre 2018). Ricoh si è differenziata tra l’altro per la capacità di realizzare ambienti di lavoro digitali innovativi e basati sulle reali esigenze del cliente. L’approccio di Ricoh semplifica la Digital Transformation, migliora la customer experience e aumenta la produttività delle aziende. IDC sottolinea inoltre come l’offerta proposta da Ricoh sia tra le più complete sul mercato potendo contare su un modello di erogazione dei servizi globale e integrato. Afferma Robert Palmer, Research Vice President, Imaging, Printing, and Document Solutions, IDC: «Ricoh pone in primo piano le esigenze delle aziende riuscendo così a fornire soluzioni che vi rispondono in maniera specifica sia su scala globale che locale. Per questo dovrebbe essere scelta da tutte le aziende alla ricerca di un partner in grado di sviluppare progetti che evolvono di pari passo con il business». L’offerta di Ricoh va oltre il printing per supportare l’innovazione degli ambienti di lavoro grazie, da un lato, a tecnologie innovative nell’ambito ad esempio dell’Internet of Things e, dall’altro, alla capacità di analizzare i processi delle aziende al fine di aggiungere valore. Managed Document Services, IT Services e Communication Services completano l’offerta Ricoh pensata per ottimizzare i processi e la gestione delle informazioni, dentro e fuori l’azienda. Aggiunge Yoshinori Sakaue, Corporate Vice President and General Manager of the Digital Business Group, Ricoh Company: «Il nostro obiettivo è fornire a clienti e partner di canale servizi e soluzioni che facciano davvero la differenza per il loro business. Le aziende di tutto il mondo possono contare sulle nostre competenze e su soluzioni personalizzabili e scalabili che accelerano l’innovazione e la trasformazione digitale».   Il modello di analisi dei vendor IDC MarketScape offre una panoramica inerente la competitività dei fornitori ICT in un dato mercato. Per la ricerca viene utilizzata una rigorosa metodologia di analisi che, basata su criteri qualitativi e quantitativi, fornisce un’immagine grafica della posizione di ciascun vendor in un determinato mercato. IDC MarketScape offre un framework chiaro in cui è possibile confrontare in modo significativo le offerte di prodotti/servizi, le capacità e le strategie, come anche i fattori di successo attuali e futuri nel mercato dei vendor IT. Il modello fornisce inoltre agli acquirenti di tecnologia una valutazione a 360° dei punti di forza e di debolezza degli attuali e potenziali fornitori.

Condividi:

Continue reading