H.E.G. Author

Fespa 2019, nuove soluzioni per la stampa su capi d’abbigliamento

16

Written by:

La nuova soluzione Ricoh Ri 1000 DTG, che debutterà a Fespa 2019 (Monaco, 14-17 maggio, stand Ricoh B4 K31), risponde alla sempre maggiore esigenza da parte del mercato di soluzioni per la stampa su capi d’abbigliamento che siano semplici da utilizzare, efficienti e in grado di realizzare applicazioni a valore aggiunto.

Ricoh Ri 1000 entra a far parte della gamma Ricoh di soluzioni Direct to Garment. Offre una qualità di stampa elevata con una risoluzione di 1.200 x 1.200 dpi ed è compatibile con gli inchiostri CMYK + bianco assicurando risultati eccellenti su tessuti di qualsiasi colore.

La flessibilità applicativa della soluzione è garantita dal nuovo liquido pretrattamento adatto per tessuti 100% poliestere, 100% cotone o misti. Questo aumenta le opportunità per la stampa su tessuti e capi d’abbigliamento in un’ampia gamma di settori, tra cui quello sportivo.

Ricoh Ri 1000 è dotata di un piano di stampa che arriva a 406.4 mm x 508 mm. La possibilità di cambiare rapidamente i diversi opzionali di stampa grazie ad un ancoraggio magnetico aumenta la velocità e la flessibilità nella produzione. Questa versatilità permette la produzione ininterrotta di stampe su capi di differenti dimensioni, dalle taglie per i bambini fino a quelle extra large.

Afferma Graham Kennedy, responsabile della divisione Commercial Inkjet Business, Commercial and Industrial Printing Group, Ricoh Europe: «Tutte queste caratteristiche rendono Ricoh Ri 1000 la soluzione ideale per la stampa on demand di capi d’abbigliamento personalizzati; garantisce la perfetta combinazione tra tecnologia avanzata, velocità di stampa e qualità dell’output per offrire ai fornitori di servizi di stampa nuove opportunità di crescita. Le teste di stampa Ricoh, le funzionalità avanzate, come ad esempio i sensori per il rilevamento della temperatura e dell’umidità, e il monitoraggio dell’erogazione dell’inchiostro assicurano affidabilità ed elevata qualità dei risultati».

La necessità di manutenzione ridotta al minimo e le opzioni di pulizia personalizzabili massimizzano l’uptime del sistema. Per le opzioni di manutenzione non automatizzate, il display touchscreen da 7 pollici fornisce alert in automatico agli operatori quando sono necessari interventi manuali.

Condividi:

Continue reading

Multifunzione intelligenti per il Digital Workplace

19

Written by:

Per competere nel mercato di oggi, le aziende devono essere in grado di evolvere e di cambiare direzione velocemente. Si spiega perché la flessibilità sia in cima all’agenda dei manager delle Pmi, come emerge dalla ricerca Ricoh “Empowering Digital Workplaces”. Per aumentare l’agilità del business, le aziende devono mettere a disposizione dei dipendenti tecnologie che permettono di lavorare in modo più smart.

Ricoh ridefinisce il concetto di ufficio con l’idea di creare vere e proprie piattaforme che consentono di gestire informazioni cartacee e digitali superando i confini fisici degli spazi. Alla base di questo innovativo Digital Workplace, vi sono i nuovi dispositivi multifunzione intelligenti a colori A3.

La nuova serie Ricoh IM include 13 dispositivi multifunzione intelligenti a colori A3, tra cui Ricoh IM C2000, IM C2500, IM C3000, IM C3500, IM C4500, IM C5500 e IM C6000 che offrono una velocità di stampa rispettivamente di 20, 25, 30, 35, 45, 55 e 60 pagine al minuto. Si tratta di dispositivi particolarmente evoluti, flessibili e di semplice utilizzo. Oltre ad essere certificati Blue Angel ed EPEAT, tutti i modelli integrano stampa, scansione, copia, accessori per la finitura fino a formati di stampa SRA3, nonché il supporto standard per la stampa da dispositivi mobile.

Identikit di un nuovo modo di lavorare

Scalabilità, sicurezza, sostenibilità e semplicità sono i plus garantiti dalla nuova serie firmata Ricoh. Scalabilità perché le funzionalità del dispositivo possono essere ampliate al variare delle esigenze, senza l’intervento di un tecnico. Questo grazie alla piattaforma Always Current Technology di Ricoh che permette di accedere ad un’ampia gamma di applicazioni, aggiornamenti e funzionalità aggiuntive. La sicurezza delle informazioni e la possibilità di accedervi rapidamente costituiscono un punto irrinunciabile per il Digital Workplace e per questo la security rappresenta una priorità per Ricoh. La nuova gamma è stata pensata tenendo bene a mente questo aspetto ed integra infatti funzionalità all’avanguardia per la crittografia a protezione delle informazioni. Altrettanta attenzione è stata dedicata alla semplicità di utilizzo: i dispositivi sono molto user-friendly grazie allo Smart Operation Panel, un pannello touch dotato di un processore di ultima generazione e personalizzabile mediante numerose App. Per quanto riguarda la sostenibilità, tutti i modelli sono realizzati con plastiche riciclabili per minimizzare i rifiuti e offrono i più bassi consumi energetici del settore.

La nuova serie concretizza l’approccio che Ricoh chiama Dynamic Workplace Intelligence a sottolineare la flessibilità con cui lavora con i propri clienti per creare ambienti di lavoro su misura.

Condividi:

Continue reading

Workplace as a service

21

Written by:

Ricoh ha partecipato per la quarta volta a ISE, la più grande fiera a livello globale dedicata al settore audio/video che si è svolta ad Amsterdam dal 5 all’8 febbraio.

Oltre 80.000 professionisti da tutto il mondo si sono riuniti per confrontarsi sull’innovazione degli ambienti di lavoro, assistendo a demo e incontrando i principali vendor del mercato.

Durante la fiera Ricoh ha presentato la propria offerta nell’ambito dei Communication Services, mostrando in che modo, grazie alle proprie competenze di system integrator, sia in grado di realizzare progetti che includono anche tecnologie e sistemi di terze parti.
Il focus è stato in particolare sul “workplace as a service” di Ricoh che include soluzioni e servizi per realizzare sale riunioni, strumenti di collaborazione, sistemi di digital signage e tool per la gestione degli spazi di lavoro. Inoltre, i visitatori hanno potuto toccare con mano i vantaggi dell’innovativo Smart Meeting Assistant che trasforma ogni riunione in un’esperienza multimediale.

«ISE è stata l’occasione per presentare la nostra offerta, ma anche per condividere la nostra vision sul futuro», ha detto David Mills, CEO di Ricoh Europe, commentando la presenza di Ricoh, «La fiera ci ha permesso di rivolgerci ad una platea internazionale e di confrontarci con analisti, operatori di mercato e professionisti mostrando loro in che modo il Digital Workplace di Ricoh possa fare la differenza per la competitività e la crescita delle imprese”.

Condividi:

Continue reading

Il ruolo delle tecnologie secondo le Pmi europee

24

Written by:

In quasi tutti i settori la rivoluzione digitale rappresenta il maggior driver per il cambiamento. Alcune aziende sono state completamente trasformate dall’innovazione tecnologica che ha rivoluzionato i processi, mentre i nuovi prodotti rappresentano una sfida. Questo è quanto emerge da una nuova ricerca Ricoh che ha coinvolto 3.300 manager di Pmi di tutta Europa.

La tecnologia è diventata il principale elemento di differenziazione per riuscire ad innovare. Il 74% delle Pmi è convinta che la tecnologia favorisca la capacità di innovarsi. Di queste il 46% afferma che un maggiore accesso alle tecnologie digitali aiuterebbe ad essere più innovativi.
I manager coinvolti nella ricerca Ricoh hanno sottolineato come le aziende riuscirebbero a migliorare la competitività se le tecnologie venissero utilizzate in modo più pervasivo (aspetto citato dal 59% del campione) e fossero più aggiornate (58%). Investire in nuove tecnologie può davvero fare la differenza. L’innovazione IT può rivoluzionare le attività quotidiane e la metà delle Pmi cita l’accessibilità alle tecnologie al primo posto tra i fattori decisionali fondamentali. Solo il 32% prende in considerazione gli standard di sicurezza, il 30% le competenze del fornitore e solo una piccola percentuale (16%) tiene conto dei requisiti normativi.

Afferma David Mills, CEO di Ricoh Europe: «Per le aziende che vogliono garantirsi un futuro, gli investimenti in nuove tecnologie sono dunque assolutamente strategici. Il fattore più importante che spinge le Pmi ad affrontare il cambiamento riguarda l’evoluzione delle aspettative dei clienti».
Dalla ricerca Ricoh è emerso come siano i clienti a stabilire la direzione dell’innovazione. Le aziende si aspettano che il rapporto qualità/prezzo (43%), la varietà di scelta (42%) e la qualità della customer experience (41%) siano le aspettative dei clienti che maggiormente influiscono sulla necessità di innovarsi, anche alla luce del fatto che la richiesta di personalizzazione è sempre più forte in tutti i settori. Affinché l’innovazione riesca davvero a rispondere alle aspettative dei clienti, il 51% utilizzerà le nuove tecnologie per fare in modo che i dipendenti abbiano più tempo per concentrarsi sulle esigenze dei clienti anziché sulla gestione dei processi.

Analogamente, il 47% sostiene di tener conto del feedback dei clienti sull’innovazione e il 54% riconosce la necessità di sviluppare relazioni continuative con i propri clienti. Nonostante ciò, lo sviluppo dei prodotti continua ad avvenire a porte chiuse: solo il 32% delle Pmi coinvolge i partner e i clienti nel processo di creazione, mentre questi dovrebbero essere parte integrante del cambiamento.

Condividi:

Continue reading

Normative e sostenibilità: fattori chiave per il digitale

21

Written by:

Dal nuovo studio di Ricoh “Designed for Tomorrow” che ha coinvolto 2.550 manager di tutta Europa è emerso che le aziende non considerano più le normative un collo di bottiglia, come avveniva invece in passato. Infatti, oltre la metà degli intervistati (52%) afferma che le regolamentazioni siano un fattore chiave nell’era digitale.

Il 55% ritiene che le normative sulla privacy come il GDPR siano un punto di partenza per migliorare l’organizzazione aziendale.   I benefici della compliance si estendono anche alla sostenibilità: il 56% del campione d’indagine considera le regolamentazioni ambientali, come ad esempio l’Accordo di Parigi, una possibile strada verso il progresso.

Inoltre, il 67% dei manager prevede di investire in tecnologie smart ed ecosostenibili e questo indica una crescente consapevolezza di come persone, pianeta e profitti siano tre aspetti interconnessi che possono essere migliorati adottando pratiche di business sostenibili.

La ricerca mostra inoltre come l’82% delle imprese stia investendo in innovazione IT, con il 66% che considera il cambiamento tecnologico come un’opportunità anziché una sfida. Un’analoga percentuale (63%) è convinta che l’IT sia fondamentale per essere conformi alle normative, riconfermando così il concetto per cui aspetti che per lungo tempo sono stati considerati come ostacoli si stanno rapidamente trasformando in leve imprescindibili per la crescita.

Racconta David Mills, CEO di Ricoh Europe, spiega: «Oggi più che mai i manager sono ritenuti responsabili del successo della propria azienda e devono far fronte a un contesto in costante cambiamento.

Allo stesso tempo si stanno sempre più rendendo conto dei vantaggi derivanti dallo sviluppo di un business basato su aspetti quali sicurezza, privacy e sostenibilità ambientale. Grazie alle nuove tecnologie i manager possono trasformare la compliance normativa da problematica a opportunità, facendo in modo che le regolamentazioni migliorino l’efficacia organizzativa.

Le aziende riconoscono dunque i molteplici vantaggi derivanti dall’utilizzo di dispositivi intelligenti per incrementare la produttività, anche grazie alla semplicità di utilizzo offerta da queste tecnologie, alla maggiore sicurezza delle informazioni e alla sostenibilità ambientale».

Condividi:

Continue reading

Costituito l’Archivio Antonio Meneghetti

106

Written by:

Lo scorso 13 novembre è stato costituito l’Archivio “Opera Omnia Antonio Meneghetti”. E’ conservato a Lugano, presso la Fondazione di Ricerca Scientifica ed Umanistica Antonio Meneghetti.

L’Archivio si propone la tutela e la valorizzazione dell’opera di Antonio Meneghetti. Cura l’archiviazione delle opere artistiche e letterarie del materiale storico, pubblicazioni relative a mostre ed eventi, libri, rassegne stampa, materiale fotografico ed epistolari. L’Archivio recepisce anche le opere artistiche già catalogate nella raccolta in tre volumi dal titolo “Antonio Meneghetti opere 1965-2012”, stampata nel mese di Novembre 2012.

Nato ad Avezzano (L’Aquila) nel 1936 e scomparso a Faxinal do Soturno, Rio Grande do Sul, in Brasile, nel 2013, Meneghetti è stato uno studioso attivo in diversi campi, dalla formazione alla sociologia, dal management all’arte. E’ stato insignito tre volte del Premio Cultura dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana (1980, 1987 e 1989).

Ha creato una corrente di pensiero chiamata Ontopsicologia, la cui declinazione nell’arte visiva ha preso il nome OntoArte.

Convinto sostenitore della lezione dell’umanesimo fiorentino (i cui quattro pilastri fondamentali sono: Vita attiva, Socialità, Libertà e, soprattutto, Dignità dell’uomo), contrariamente al pensiero dominante della seconda metà del Novecento, che enfatizza gli aspetti concettuali della contemporary art, privi di ogni vincolo e aspirazione estetica, Meneghetti teorizza invece la riscoperta della bellezza e dell’armonia quale presupposto fondamentale di un’opera d’arte. Secondo l’insegnamento dell’umanesimo fiorentino, Antonio Meneghetti considera, come motivo ispiratore del suo percorso artistico, l’uomo posto al centro dell’esistenza. La sua ricerca artistica lo ha portato a cimentarsi nella pittura, nella scultura, nel design e nella realizzazione di gioielli. Arrivando a esplorare forme artistiche rivolte anche al mondo della moda e della progettazione architettonica.

Le sue opere sono state esposte in numerosi Paesi di tutto il mondo, tra cui, oltre all’Italia: Austria, Cina, Russia, Brasile. In Italia, è stato protagonista di mostre a Milano, Napoli, Venezia, Roma e Torino. Proprio nella città sabauda è stata allestita nel 2017 l’ultima personale italiana di Meneghetti “Scolpire la luce”, a cura di Ermanno Tedeschi, nella quale sono stati messi in mostra lavori di design, oggetti e sculture per la maggior parte realizzati in vetro a Murano. Mentre l’ultima personale al di fuori dall’Italia, si è tenuta dal 27 settembre al 31 dicembre 2018 allo Shangai Yue Museum of Art.

Antonio Meneghetti è stato protagonista di mostre personali anche al Museo nazionale della scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci, a Milano; al Palazzo della Civiltà Italiana (Roma Eur), con il |patrocinio di Comune di Roma, Provincia di Roma e Regione Lazio; all’Arsenale di Venezia; all’Hubei Province Museum, Beijing World Art Museum, Cina; al Museo del Vittoriano, a Roma.

Ha poi tenuto conferenze al Museo d’Arte do Estado de San Paolo e al Museo dell’Ermitage di San Pietroburgo.

Clicca QUI per essere indirizzati all’Archivio

Condividi:

Continue reading

Buyers Lab Award 2019

24

Written by:

Nell’ambito dei “Winter Pick Award 2019” di Keypoint Intelligence-BLI, il nuovo multifunzione intelligente a colori A3 Ricoh IM C4500 è stato premiato come Outstanding 45-ppm Colour Copier MFP per le performance in termini di qualità e affidabilità. Particolarmente apprezzato durante i test è stato il pannello Android touchscreen (Smart Operation Panel) che facilita l’utilizzo delle funzionalità e può essere personalizzato con numerose App. Ricoh IM C4500 offre una velocità di stampa di 45 ppm ed integra funzionalità di scansione, copia e fax, opzioni di finitura e supporto per il mobile printing. La soluzione si interfaccia con la piattaforma Always Current Technology di Ricoh che rende disponibili aggiornamenti costanti e ulteriori funzionalità, in modo che le tecnologie possano evolvere di pari passo con le esigenze delle aziende. Per tutta la nuova serie Ricoh IM, la tecnologia Ricoh Intelligent Scanning è stata nominata Outstanding Achievement in Innovation, anche grazie alla possibilità di gestire la scansione di documenti di piccole dimensioni e di eliminare gli sfondi colorati dei documenti per migliorarne la leggibilità.Racconta David Sweetnam, Director of Research and Lab Services EMEA/Asia, Buyers Lab, : «Grazie alla capacità di realizzare ambienti di lavoro digitali e di sviluppare soluzioni a supporto, Ricoh si è aggiudicata due riconoscimenti Gold per il multifunzione a colori Ricoh IM C4500 e per l’innovazione nell’ambito delle tecnologie per la scansione. Ricoh offre ai propri clienti e partner di canale il valore aggiunto derivante da soluzioni personalizzabili e scalabili, in grado di rispondere alle specifiche esigenze delle aziende».Buyers Lab, laboratorio indipendente per i testi di sistemi e soluzioni di stampa, ha premiato le innovazioni di Ricoh a seguito di approfondite analisi delle specifiche tecniche. Dice Olivier Vriesendorp, Vice President Product Marketing, Ricoh Europe: «Questi premi rappresentano per noi l’ulteriore riconoscimento della nostra leadership nello sviluppo delle migliori tecnologie. Soluzioni sicure e adattabili abbinate a servizi personalizzabili sono alla base della nostra offerta per il Digital Workplace. Vogliamo aiutare i nostri clienti ad entrare nell’era digitale grazie a soluzioni che consentano di cogliere nuove opportunità di efficienza».

Per saperne di più

Keypoint Intelligence è un punto di riferimento nel mercato della stampa digitale. Grazie a strumenti all’avanguardia e ad una conoscenza approfondita del settore, Keypoint Intelligence è in grado analizzare in dettaglio i dati per offrire alle aziende una conoscenza imparziale e tutti gli strumenti necessari per definire i loro prodotti e rafforzare le vendite. Da oltre 50 anni, Buyers Lab rappresenta, nell’industria della gestione documentale, una fonte di informazioni imparziali, in grado di svolgere test rigorosi e di offrire strumenti di vendita competitivi. Nata come una pubblicazione relativa ai dispositivi per l’ufficio, è diventata una risorsa completa per tutto il settore. In un mondo in continua evoluzione, anche Buyers Lab cambia si trasforma per stare al passo.

 

Condividi:

Continue reading

14 maggio, appuntamento al Fespa 2019

25

Written by:

In uno stand di oltre 300 metri quadri, Ricoh presenterà a Fespa (Monaco, 14-17 maggio 2019) le soluzioni sviluppate per supportare gli stampatori che vogliono ampliare i servizi offerti ed entrare in nuovi mercati.

Sotto i riflettori la nuova soluzione grande formato roll-to-roll Ricoh Pro L5160 disponibile in Europa a partire da aprile. Questa soluzione si distingue sul mercato per nuovi inchiostri latex con performance più elevate in termini di produttività, qualità e durabilità dello stampato. Oltre ad una maggiore velocità, Ricoh Pro L5160 è dotata di un sistema di pulizia automatico delle teste di stampa che riduce al minimo i tempi di fermo macchina e di manutenzione da parte dell’operatore. Inoltre, sarà a disposizione dei visitatori l’intera gamma Direct to Garment (DTG) per la realizzazione di capi di abbigliamento, come T-shirt e felpe, e di accessori quali borse.

Fespa sarà poi il trampolino di lancio di nuove tecnologie: prima tra tutte una soluzione flatbed per la stampa su materiali rigidi che si affianca a Ricoh Pro T7210. Anche in ambito DTG verranno presentate interessanti novità che ampliano il portafoglio prodotti.

Infine, ad arricchire l’offerta di soluzioni e servizi, a Fespa verrà mostrata la piattaforma software ColorGATE per la gestione completa dei flussi di lavoro.

Spiega Graham Kennedy, Head of Commercial Inkjet Business, Commercial and Industrial Printing Group, Ricoh Europe, commenta: «È la quarta edizione di FESPA a cui partecipiamo e ogni anno il nostro stand diventa sempre più ampio per fare spazio al nostro portafoglio in costante espansione. Le più recenti novità sono state sviluppate per garantire qualità superiore, produttività ed efficienza rispondendo così alle nuove esigenze del mercato».

 

Per registrarti all’evento clicca qui.

Condividi:

Continue reading

Arte e moda per la fashion week milanese

95

Written by:

Martedì 19 febbraio, in occasione dell’avvio della settimana della moda milanese (inverno 2019), Lorenzo Marini ha presentato “Fashion Type”, presso la Fabbrica del Vapore, la grande sede espositiva del Comune di Milano, dove l’artista ha in corso la  personale “Alphatype (in cartello dal 15 febbraio al 3 marzo).

Si tratta di un lavoro pittorico che, per materiali e realizzazione, evoca un vestito, nella logica della contaminatio, visione molto cara a Marini e di grande attualità nella contemporary art.

Con Alphatype, l’artista padovano (ma milanese d’adozione, noto anche come uno dei più apprezzati art director italiani) ha fatto un ulteriore passo avanti nella Type Art, il movimento da lui lanciato nel 2016 e teorizzato nel “Manifesto per la liberazione delle lettere”, che poneva l’attenzione sull’estetica dei segni grafici.  Marini infatti, è arrivato a creare cinque nuovi alfabeti, rielaborando cinque modelli di lettere (ad esempio, cinque a) . Le lettere, nella mostra della Fabbrica del Vapore, vengono riunite in quadri, che non seguono l’ordine tradizionale, dalla a alla zeta, bensì sequenze dettate dall’ispirazione artistica, dalla creatività, dell’emozione dell’autore.

E, in una logica di mixed media, vengono unite più tecniche. Quelle tipiche dell’arte moltiplicata, gli interventi pittorici e di disegno, il collage e l’applicazione materica. Delle 10 opere esposte, tre erano già state presentate a Los Angeles, mentre le altre 7 sono un’anteprima mondiale.

Condividi:

Continue reading

In Ascom Torino arriva la multimedialità

37

Written by:

Con oltre mezzo secolo di storia alle spalle, Ascom è un’Associazione di Imprenditori del Commercio, del Turismo e dei Servizi. L’organizzazione tutela i diritti e gli interessi delle imprese potendo contare su oltre 16mila operatori a Torino e Provincia e offrendo un’ampia gamma di servizi tra cui rappresentanza sindacale, consulenza, assistenza, formazione e aggiornamento.

Con l’obiettivo di porsi come punto di riferimento per tutte le imprese associate, Ascom implementa un costante percorso di crescita in cui le tecnologie giocano un ruolo importante consentendole di rispondere prontamente alle esigenze degli associati e di restare al passo con i tempi. Il reparto IT di Ascom è dunque molto attento alle innovazioni disponibili sul mercato per trovare le soluzioni più adatte allo specifico contesto e migliorare i servizi erogati.

Una sala multimediale chiavi in mano. Un progetto che ha portato a benefici su più fronti riguarda il rinnovamento della sala multimediale situata nella sede principale di Torino. Spiega Denis Grimaldi, Responsabile ICT di Ascom Torino: «L’aggiornamento tecnologico della sala è essenziale per una fruibilità efficace dei numerosi eventi formativi e di aggiornamento indispensabili per la riqualificazione delle imprese associate».

Molte delle dotazioni tecnologiche installate in questo spazio non erano più in grado di rispondere alle esigenze di Ascom, una situazione che comprometteva l’utilizzo della sala. Inoltre, i servizi di assistenza tecnica e manutenzione forniti non erano sempre efficaci. L’aggiornamento della sala era fondamentale per continuare ad offrire servizi di qualità alle aziende associate. Per questo progetto Ascom ha deciso di coinvolgere Ricoh, vendor con il quale l’associazione ha una collaborazione di lunga data cominciata in ambito printing e poi proseguita con la fornitura di pc e soluzioni per le postazioni di lavoro.

Continua Giovanni Distefano, reparto IT di Ascom Torino: «Ricoh è per noi un fornitore strategico in grado di offrirci supporto tecnico di qualità e consulenza per un’innovazione continua».

Partendo dall’analisi delle specifiche necessità e delle tecnologie già installate nella sala multimediale, Ricoh ha realizzato un progetto completo chiavi in mano che ha generato innovazione salvaguardando gli investimenti già effettuati.

Integrandole con i sistemi già presenti, Ricoh ha selezionato e implementato soluzioni audio/video, tra cui sistemi per l’audioconferenza, che hanno migliorato la gestione delle attività svolte in sala.

Oltre ad essere innovative, le tecnologie sono assolutamente user-friendly per cui possono essere utilizzate in autonomia dagli utenti della sala senza che sia necessaria la presenza di personale IT. Ricoh ha comunque garantito attività di formazione in modo che i sistemi vengano utilizzati in tutte le loro potenzialità.

Condividi:

Continue reading