Enrica Governi Author

“A taste of Italy”apre la Milano Wine Week di Pasqua Vigneti e Cantine

231

Enrica GoverniWritten by:

Un evento con sette installazioni multimediali la cui direzione creativa è stata affidata all’ art director di Vacades Timo Helgert, allestite nella Sala Bonaparte di Palazzo Serbelloni a Milano, risultato della collaborazione tra Pasqua vini (quasi 100 anni di storia), e il giovane artista tedesco specializzato in installazioni digitali e 3D, apre la MILANOWINEWEEK.

E’il progetto “The Return of Nature”, dove l’artista ripropone contesti urbani con flora e fauna. Le suggestioni visive elaborate da Helgert hanno a tal punto conquistato Pasqua Vini che la cantina ha affidato a lui il compito di raccontare la rinascita del nostro Paese, attraverso una nuova e sorprendente narrativa in cui antico e digitale dialogano costantemente. L’artista ha figurativamente attraversato l’Italia e creato immagini evocative e potenti, realizzando sette opere che vogliono rendere omaggio alla bellezza del nostro bel paese, sempre sorprendente anche per chi lo conosce e che ci invitano a riflettere sul comportamento di una natura che, giorno dopo giorno, si è riappropriata di spazi e ambienti dei quali l’uomo si era impadronito nel corso dei secoli. Luoghi conosciuti e segreti, attraverso la creatività dell’artista, si animano di elementi naturali, in una visione futuristica e metaforica in cui il genio dell’uomo e la forza generatrice della natura ritrovano l’armonia un nuovo Rinascimento, reale e onirico, che parte dall’Italia che ne è stata la culla. Due delle sette installazioni sono dedicate a Verona e alla Valpolicella, dove la cantina ha il suo cuore produttivo. Helgert ha realizzato due installazioni che vedevano, da un lato, una carrellata dall’alto sulla barricaia della cantina di Pasqua Vini a San Felice, su cui si apriva un prato fiorito. Nella seconda filari a perdita d’occhio conquistavano il parterre dell’Arena di Verona, monumento simbolo della città scaligera, dove solitamente si ospitano grandi concerti operistici e non…un omaggio evidente alla vocazione vinicola dell’area di Verona.

 “Da 95 anni ci piace volgere lo sguardo al futuro” dice Umberto Pasqua, presidente di Pasqua Vini “e il futuro è rappresentato dai giovani, oggi più che mai principali interpreti di quella voglia di cambiamento necessaria per costruire un domani migliore, per tutti. Sono sempre stato affascinato dal talento, dalla creatività e dalla determinazione che dimostrano e che sanno tradurre in gesti e opere d’arte. Non è un caso che, da quattro anni, la nostra azienda sostenga il lavoro di giovani talenti attraverso iniziative come #talentnevertastedbetter, la campagna che coinvolge nei nostri progetti figure creative provenienti da tutti gli ambiti. I nostri investimenti, in questo senso, non si sono mai arrestati, anzi, proprio a Timo Helgert una delle voci più giovani e innovative del panorama digital abbiamo chiesto di raccontare questo periodo ”. “A lui abbiamo affidato la realizzazione di A Taste of Italy perché i suoi codici espressivi, tra arte digitale e virtual reality, offrono una visione innovativa della bellezza del nostro Paese” prosegue Riccardo Pasqua, AD della cantina. “Condividiamo anche lo sguardo di speranza che Timo offre attraverso le sue opere, che al contempo invita alla riflessione sul patrimonio inestimabile che è l’Italia, fonte inesauribile di ispirazione”.  Timo Helgert è un direttore creativo tedesco, che ha deciso di concentrare la propria arte sull’esplorazione della potenzialità della realtà aumentata. La sua recente serie di digital installations “The Return of Nature” è stata concepita come un messaggio di speranza per chi è stato colpito dal lockdown da Covid-19. Invece di creare paura, come succede spesso quando si parla di questo tema, Timo ha deciso di riportare l’attenzione sulla bellezza delle cose semplici, per apprezzare la natura e creare speranza, anche nei momenti difficili. Pasqua Vigneti e Cantine è una storica azienda di produzione di vini veneti e italiani di qualità. In quasi 100 anni di storia, l’azienda si è consolidata sullo scenario internazionale con i suoi prodotti, soprattutto vini rossi, quale sinonimo di grande tradizione vitivinicola. Tradizione, innovazione, qualità, ricerca, passione sono i valori tramandati di generazione in generazione dalla famiglia Pasqua.

Condividi:

Continue reading

Design City 2020, Milano riparte con il fuorisalone

153

Enrica GoverniWritten by:

La grande Milano, capitale indiscussa della finanza, della moda e dell’arte rialza ancora una volta la testa. Dopo averlo fatto con il fashion, (il Milano Collezioni organizzato dalla CNMI e appena concluso, in parte digitale e in parte in presenza (sfilate) ha ottenuto un enorme successo), lo fa di nuovo con Milano Design City: più di 350 appuntamenti sparsi in tutta la città nelle giornate dal 28 settembre al 10 ottobre 2020.

Organizzata dal Comune di Milano, nasce da esigenze diverse, uno causato dall’esito del periodo di crisi seguito alla pandemia ancora in corso, il fondamentale, e poi perché, a inizio dell’anno era stato annullato il Salone del mobile causa pandemia Covid-19 e non meno importante, la perdita, per tutte le imprese del settore, di un guadagno medio di 300 milioni ed un’affluenza di più di 500 mila persone. E in più quello di un momento importante per tutto il mondo del design.

Milano Design City rappresenta oggi più che mai il tentativo di ripresa del settore del design e quello di una grande e importante città come Milano. Dodici giorni di eventi, presentazioni installazioni, incontri, nuove aperture incentrati soprattutto sulla cultura e l’innovazione, con un’attenzione alla riprogettazione degli spazi urbani, alla sostenibilità e all’economia circolare.

ALCUNI dei marchi che presentano

Bisazza in zona Brera

Iris Ceramica Group

Paolo Castelli la nuova esposizione

The Cassina Prospective visitabile anche con un virtual tour

Lago home office

Visionnaire beauty ispirata all’art design, nuova collezione di Visionnaire home

Capital in un uno show room privato in via Tortona

Condividi:

Continue reading

Milano Unica: Palindromo, di Colombo Industrie Tessili, design e sostenibilità a 360°

424

Enrica GoverniWritten by:

Colombo Industrie Tessili dà vita a Palindromo all’interno di Progetto|62, una collezione di tessuti esclusivi che abbina ricerca, innovazione e creatività dando forma ad un prodotto di alta gamma esteticamente bello ma soprattutto sostenibile, grazie ad un’ avanzata tecnologia contemporanea.

Ua collezione AUT/INV 2020/21 firmata da Arman Avetikyan, che trasforma le icone prodotte dalla creatività del design italiano nei leitmotiv della prossima stagione Fall Winter 21-22.

A partire da Fortunato Depero fino ad arrivare a Sottsass, Progetto|62  declina motivi ricercati su tessuti ispirati, ad esempio, al lavoro di Medini e Munari, elabora forme che prendono spunto dal lavoro di Mangiarotti e crea armature che richiamano Ponti, a volte anche nell’aspetto tattile e nella morbidezza del tessuto

La collezione Progetto|62 è suddivisa in 6 diversi mood :

NEW CLASSIC

Partendo dalla tradizione comasca della seta, essa viene rielaborata e abbinata ad altri materiali quali viscosa, tessuto double, micro-armature e jacquard per dare un aspetto “architettonico” al capo.

COUTURE

Questo mood, che rivede il concetto di couture, parte da una materia prima altamente pregiata come seta, lane finissime, cashmere, lavorazioni double e rasati, per arrivare a originali combinazioni di composizioni e filati.

LINGERIE

Un nome altamente evocativo per questo terzo mood che fa della leggerezza e trasparenza il leitmotiv  di una raffinatissima proposta che unisce comfort ed estetica,  caratterizzata da jersey e lane finissime, tessuti a navetta, stretch, seta e viscose di alta qualità.

GLAM

Nuovi materiali e l’utilizzo di colori accesi caratterizzano  questo mood attraverso una creatività visiva forte e connotativa. Il lavoro preponderante è quello effettuato sulla superficie dei  tessuti tramite l’unione di più filati. Il filato di fantasia di viscosa su catena di seta dà vita a effetti 3D, lavorazioni jacquard e micro-armature. La tintura in pezza permette di ottenere delle sfumature ton sur ton particolarmente attuali. 

CASUAL

Gli articoli di questa proposta guardano al mondo streetwear grazie a lavorazioni elaborate e finissaggi d’avanguardia utilizzati per ottenere degli effetti used sul tessuto. Le lane abbinate a materiali tecnici, la viscosa e seta lavorate con effetti grezzi, le tinture e i trattamenti post tessitura sottolineano la poliedricità di una collezione funzionale e all’avanguardia.

TECNO

Il comfort diventa la parola chiave che guida le lavorazioni di materiali tecnici, tessuti a maglia proposti in diversi finissaggi e viscose e lane di ultima generazione, per dare la possibilità al capo finito di essere non solo esteticamente interessante ma anche performante.

PROGETTO PALINDROMO

Al fine di sostenere al massimo il suo “green commitment”, Progetto|62,  che vede nella sostenibilità uno dei suoi asset fondamentali, ha inserito nella prossima FW 21-22 la linea Palindromo.

Ispirata al saper fare di un tempo antico, quando ogni parte del tessuto veniva utilizzata, la linea Palindromo rappresenta il ciclo vitale del tessuto stesso, che si rinnova in un cerchio continuo. Palindromo è un nuovo concetto di sostenibilità a 360°: materia prima certificata, tracciabilità di tutta la filiera produttiva, riuso degli scarti industriali, recupero dei materiali avanzati durante la produzione. Palindromo è stato pensato e progettato per ottenere un prodotto unico che nella collezione FW 21-22 pone l’accento proprio sul recupero dei materiali, dando nuova vita al tessuto arricchito da filati riutilizzati per realizzare ricami con disegni studiati.

Un esempio è la collezioni di “pezzotti” realizzata con gli scarti di produzione come la falsa cimosa che ha visto la collaborazione di un gruppo di artigiani valtellinesi e che verrà presentata a Milano Unica come simbolo del progetto Palindromo.

Condividi:

Continue reading

Four Seasons hotel Milano riprende il sunday brunch con il “Lead with care”

351

Enrica GoverniWritten by:

“Dal 20 settembre siamo entusiasti di poter di nuovo offrire il nostro brunch domenicale” afferma la general manager Andrea Obertello, forti anche del protocollo “Lead with care”. Di cosa si tratta? Un programma che garantisce sicurezza assoluta ai clienti e al nostro persoonale, aggiornato con le ultime disposizioni sanitarie stilate dal Ministero della salute nella lotta al contrasto del COVID-19″.

E aggiunge: “Tutto il nostro team ha lavorato per continuare a garantire la stessa atmosfera che ha reso il nostro brunch così tanto amato, e “l’experience” rimarrà del tutto invariata”.

Il brunch domenicale invita quindi a trascorrere ore di relax con i propri cari, gustando piatti caratteristici della tradizione del “Made in Italy” curati dal nostro chef Fabrizio Borraccino”, che include primi piatti, selezione di salumi e formaggi, arrosti, gelati artigianali creati dal “pastry Chef Daniele Bonzi “ , cocktail d’autore e tanto altro ancora.

l’offerta è completata da musica dal vivo e, se lo si desidera, da un servizio di baby sitting gratuito per le famiglie.

Dal 20 di settembre, tutte le domeniche dalle 12,15 alle 15.

Condividi:

Continue reading

Miss Bikini Luxe, new flagship store a Porto Rotondo

580

Enrica GoverniWritten by:

A Porto Rotondo, cuore pulsante della movida insieme a Porto Cervo nella splendida Costa Smeralda, meta di turisti italiani e stranieri da sempre, è stato appena inaugurato il nuovo flagshipe store Miss BIkini Luxe, in piazza Krizia 21.

Condividi:

Continue reading

Un gioiello Bliss a medici e infermieri

510

Enrica GoverniWritten by:

Guido e Giorgio Damiani, Presidente e Vice presidente del gruppo Damiani, hanno consegnato personalmente al Dottor Andrea Calvani, Dirigente di Direzione Medica e alle capo sala dell’Ospedale di Tortona, primo nosocomio, su richiesta della Regione Piemonte ad essersi trasformato nel primo Covid Hospital d’Italia, un premio simbolico per tutti i medici e infermieri: un gioiello del Gruppo Damiani, una creazione unica, vivace e colorata, che vuole essere un ringraziamento affettuoso e sincero per coloro che hanno curato moltissime persone affette da coronavirus, rischiando la loro stessa vita. Da sempre attiva nel mondo e nel proprio territorio con progetti di sostenibilità sociale, la famiglia Damiani già dall’inizio dell’emergenza sanitaria è scesa in prima linea per fronteggiare l’emergenza Covid19: ha messo a punto un piano di intervento costituito in primis da una donazione di oltre 150 mila euro, oltre a diversi supporti sanitari agli ospedali italiani più colpiti: il SS Antonio e Margherita di Tortona, il SS Antonio, Biagio e Cesare Arrigo di Alessandria, il Santo Spirito di Casale Monferrato, il Sacco di Milano, il Papa Giovanni XXIII di Bergamo, l’ospedale di Padova, lo Spallanzani di Roma, il Santa Maria di Loreto di Napoli, il Policlinico di Bari e il Cannizzaro di Catania, oltre a devolvere una quota all’Humanitas University (per sostenere la ricerca scientifica in ambito Convid19), Fondo di Mutuo Soccorso di Milano, l’Opera San Francesco per i Poveri, Pane Quotidiano e Save the Children. Per la tutela dei propri collaboratori, lavoratori e le loro famiglie è stata attivata una polizza assicurativa dedicata. Inoltre, per supportare le autorità nelle attività straordinarie rese necessarie dall’emergenza sanitaria sono stati messi a disposizione della Protezione Civile i dodicimila metri quadrati dell’ex palafiere di Valenza, quella che sarà la prossima sede della Manifattura del Gruppo.

Un gioiello Bliss a medici e infermieri

Condividi:

Continue reading

Un gioiello Bliss a tutti i medici e infermieri dell’ospedale di Tortona

262

Enrica GoverniWritten by:

Guido e Giorgio Damiani, Presidente e Vice presidente del gruppo Damiani, hanno consegnato personalmente al Dottor Andrea Calvani, Dirigente di Direzione Medica e alle capo sala dell’Ospedale di Tortona, primo nosocomio, su richiesta della Regione Piemonte ad essersi trasformato nel primo Covid Hospital d’Italia, un premio simbolico per tutti i medici e infermieri: un gioiello del Gruppo Damiani, una creazione unica, vivace e colorata, che vuole essere un ringraziamento affettuoso e sincero per coloro che hanno curato moltissime persone affette da coronavirus, rischiando la loro stessa vita. Da sempre attiva nel mondo e nel proprio territorio con progetti di sostenibilità sociale, la famiglia Damiani già dall’inizio dell’emergenza sanitaria è scesa in prima linea per fronteggiare l’emergenza Covid19: ha messo a punto un piano di intervento costituito in primis da una donazione di oltre 150 mila euro, oltre a diversi supporti sanitari agli ospedali italiani più colpiti: il SS Antonio e Margherita di Tortona, il SS Antonio, Biagio e Cesare Arrigo di Alessandria, il Santo Spirito di Casale Monferrato, il Sacco di Milano, il Papa Giovanni XXIII di Bergamo, l’ospedale di Padova, lo Spallanzani di Roma, il Santa Maria di Loreto di Napoli, il Policlinico di Bari e il Cannizzaro di Catania, oltre a devolvere una quota all’Humanitas University (per sostenere la ricerca scientifica in ambito Convid19), Fondo di Mutuo Soccorso di Milano, l’Opera San Francesco per i Poveri, Pane Quotidiano e Save the Children. Per la tutela dei propri collaboratori, lavoratori e le loro famiglie è stata attivata una polizza assicurativa dedicata. Inoltre, per supportare le autorità nelle attività straordinarie rese necessarie dall’emergenza sanitaria sono stati messi a disposizione della Protezione Civile i dodicimila metri quadrati dell’ex palafiere di Valenza, quella che sarà la prossima sede della Manifattura del Gruppo.

Condividi:

Continue reading

Isabella Bandini, personal trainer dei VIP

3772

Enrica GoverniWritten by:

Laureata in Scienze Motorie presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, con una tesi per aumentare la performance nell’atleta attraverso la motivazione, ha alzato per ben due volte la coppa al cielo come campionessa italiana di fitness, giovanissima, a Rimini nel 2005 e nel 2006, con la Federazione N.A.B.B.A Italia.

Lei è Isabella Bandini, toscana di nascita ma milanese d’adozione.

Innamorata della sua professione che esercita da 15 anni vive a Milano ma si reca periodicamente all’estero per aggiornarsi e perfezionare le tecniche sportive legate al fitness, collaborando con medici e specialisti di fama mondiale da sempre.

In più nel 2016 è stata abilitata come Allenatore UEFA B calcio Federazione FIGC Italia e nel 2019 anche come Allenatore Nuoto di base Federazione FINP.

L’abbiamo intervistata tra un allenamento e l’altro.

Dove eserciti la tua professione?

A Milano da 12 anni ormai, svolgo l’attività di personal trainer da 15, attualmente in varie strutture  tra cui nel Manzoni Fitness Club, in Vicolo Giardino—zona Montenapoleone, San Babila- , all’hotel Melià in via Masaccio e presso il centro fitness di City life a Milano.

A richiesta mi reco anche presso le abitazioni private e al parco per allenare i clienti.

In ogni struttura ognuno di loro à seguito a 360 gradi, in più presso gli studi sono disponibili una vasta gamma di macchine isotoniche e attrezzi per trattare i diversi problemi: inestetismi del corpo, postura, riabilitazione, dimagrimento, ipertrofia muscolare.

(Per contatti: isabella7bandini@gmail.com; tel. 0039 392 4432651

www.isabellabandini.com).

Chi sono i tuoi clienti?

Il target è molto vario, va dal ragazzo di 16 anni alla signora di 75.

Perché ti consiglieresti come personal trainer?

Ho vinto due campionati italiani di fitness, sono 15 anni che svolgo con grande passione questa professione, e quando mi trovo davanti la persona, parlando con lui o lei capisco al volo le sue esigenze, e che tipo di risultati vuole ottenere. E con me li raggiunge sempre!!

Ho un bagaglio tecnico molto importante, sono laureata in scienze motorie e sono specializzata sulla motivazione riguardo la quale ho fatto una tesi, tant’è che incito sempre ogni mio cliente a non mollare mai! Di solito consiglio di fare attività fisica per un’ora almeno 3 volte la settimana, e abbinare a questa attività aerobica ai pesi.

Perché la motivazione è importante?

Per raggiungere i propri obbiettivi. Se inserisci il navigatore per raggiungere la meta e poi non la raggiungi è inutile, così come è inutile prefissarsi un obbiettivo con l’allenamento fitness e poi non raggiungerlo, è a dir poco frustrante. E’ indispensabile ottenerlo.

Raggiungere l’obiettivo è assolutamente prioritario.

Ti arrivano in studio anche persone grasse?

L’obesità è un problema attuale e lo sarà anche in futuro sempre di più, come del resto lo è già negli Stati Uniti. Nel mio programma di allenamento preparo ad ognuno sia la scheda per gli esercizi fisici sia quella nutrizionale con l’aiuto del biologo. Lo seguo insomma a 360 gradi.

Quando non lavori cosa ti piace fare?

Leggere libri, ascoltare musica, giocare a tennis

Se non avessi fatto la personal trainer cos’altro avresti fatto?

La giornalista sportiva o l’atleta di tennis

Qual è lo sportivo che ti piace di più adesso nello sport?

Cristiano Ronaldo perché è molto determinato, ha un forte carattere, e un’ alta motivazione. Nel tennis Nadal.

Com’è la tua alimentazione? Cosa mangi?

La mattina mangio uova, abbastanza spesso, sode o anche omelette con una fettina di pane e un caffè. A metà mattinata uno spuntino a base di proteine, un piccolo panino con bresaola per esempio. A pranzo riso in bianco e pollo alla griglia, e a metà pomeriggio  spuntino a base di 1 yogurth con un frutto per esempio, e poi la sera ancora proteine, bistecca con verdure, e un pò’ di carboidrati, patate lesse.

Se esci a cena una sera con amici come ti vesti? Molli le sneaker per un tacco 12?

Si, mi piace vestire femminile…metto i tacchi e in genere un tubino elegante al ginocchio con magari con una scollatura sulla schiena.

Qual è il tuo stilista preferito?

Amo Giorgio Armani e anche Versace.

Progetti futuri?

Sicuramente aprire un centro fitness, e poi magari anche più di uno.

Condividi:

Continue reading

Ermanno Scervino, arriva Sofia Ciucchi

491

Enrica GoverniWritten by:

Sofia Ciucchi assume il ruolo di Direttore Generale della Ermanno Scervino, in riferimento e in collaborazione con il presidente e amministratore delegato Toni Scervino.

Sofia Ciucchi, 52 anni,  fiorentina, laureata in economia all’Università Bocconi di Milano, ha una lunga carriera nel settore lusso e accessori, prima per vent’anni nel gruppo Ferragamo, fino a ricoprire il ruolo di Vice Direttore Generale, e negli ultimi tre anni a capo dell’ azienda di pelletteria Il Bisonte, di cui ha curato il rilancio con il fondo di private equity inglese Palamon.

“Iniziamo a collaborare con Sofia con il suo ingresso nel nostro CdA a novembre, commenta Tony Scervino, lavorando intensamente per far crescere l’azienda nei prossimi anni preparando la squadra: ora è arrivato il momento di decollare. Abbiamo ridefinito le priorità strategiche e le linee di sviluppo in termini di prodotto e di mercati. Nonostante l’emergenza covid 19 ancora in corso, ci siamo rafforzati sul merchandising e sullo stile per le categorie di prodotto che vogliamo migliorare, in primis maglieria e accessori con una particolare attenzione ai progetti e ai contenuti digitali. La prossima uscita di collezione Resort 2021 è prevista per i primi di luglio, e la presentazione avverrà in una showroom sia fisica che virtuale. Da mesi stiamo lavorando con Ermanno Scervino ad una creatività ricca, che esprime appieno il DNA del nostro marchio, declinata in diversi temi e gruppi di consegna, per meglio rispondere alle esigenze dei diversi canali distributivi e coprire con molte novità la stagione di vendita nei negozi, che va da dicembre a luglio. Un progetto speciale a cui teniamo molto riguarda la nuova linea di borse, per il lancio della quale abbiamo sviluppato una bellissima iniziativa di marketing, di cui posso solo anticiparvi che coniugherà in modo innovativo e originale la nostra idea di bellezza, femminilità e  sostenibilità. La collezione Ermanno Scervino e la linea della Lingerie&Beachwear saranno presentate a luglio con questa nuova formula, mentre la linea Ermanno, che stiamo riposizionando strategicamente, verrà presentata a settembre. Infine, abbiamo appena firmato un contratto di licenza per affidare la nostra linea Junior alla Gimel, azienda che ci corrisponde per il suo approccio alla qualità del prodotto e per la filiera tutta Made in Italy, con l’obiettivo di sviluppare assieme un progetto di bambino speciale, raffinato e un po’ couture, in coerenza con la creatività del nostro marchio”.

Condividi:

Continue reading

Montecarlo fashion week in streaming

402

Enrica GoverniWritten by:

La Monte-Carlo Fashion Week non si ferma e, in tempi di quarantena, si trasferisce sui social per fare sentire la propria presenza e quella dei suoi protagonisti lanciando il progetto “2020 MCFW SERIES A CONVERSATION WITH…”

Un palinsesto di incontri in diretta streaming che riunisce i protagonisti della kermesse monegasca del passato, del presente e del futuro proprio nei giorni in cui sarebbe dovuta andare in scena la sua ottava edizione – proponendo un modo alternativo e sicuro di vivere e di fruire la moda.

 

Nel corso di live Instagram sul canale @montecarlofashionweek, orchestrati da Federica Nardoni Spinetta, ideatrice della manifestazione e Presidente e Fondatrice della Chambre Monegasque de la Mode, le diverse personalità della fashion industry esploreranno temi culturali e di costume, si confronteranno sullo stato dell’arte della moda e ipotizzeranno i possibili scenari futuri.

 

In questa situazione di emergenza si sono imposte una serie di riflessioni” ha commentato Federica Nardoni Spinetta. “Dalla sostenibilità alla razionalizzazione della produzione passando per la creatività fino alle conseguenze della pandemia: la moda non si ferma e si confronta su un nuovo capitolo del suo futuro in una maniera interattiva”.

 Il dato comune che accompagnerà, come sempre, i partecipanti della kermesse è il loro impegno in materia di sostenibilità, di etica e di consapevolezza: una vera e propria eco awareness che si traduce in quell’atteggiamento rispettoso dell’ambiente e per l’ambiente che fa sempre la differenza soprattutto nel momento attuale, riflettendo l’esigenza di un cambiamento oggi più che mai necessario.

Gli incontri – che si svolgeranno dal 14 al 18 maggio – verranno inaugurati da Pauline Ducruet, figlia di S.A.S. la Principessa Stephanie di Monaco e fondatrice del brand genderless Alter. A seguire sono attesi altri nomi in un ricco programma che verrà svelato a breve e che vedrà l’alternarsi di talk ad altri di anteprime delle nuove collezioni.

Inoltre sono previste iniziative per evidenziare il carattere di scouting della manifestazione e sottolineare quanto fatto dai brand con veri e propri premi, i famosi MCFW Fashion Awards, che hanno caratterizzato le edizioni precedenti della kermesse. Tra i brand che parteciperanno agli incontri digital, verrà scelto dal board della Chambre Monégasque de la Mode quello che si sarà distinto in materia di sostenibilità e che sarà premiato con il MCFW Fashion Award Digital Sustainable Brand.

Per partecipare, i brand sostenibili sono quindi invitati ad esprimere la loro mission e la loro visione innovativa in un video e che sarà diffuso sui canali social della Monte-Carlo Fashion Week grazie al quale potranno godere di una piattaforma capace di dare loro estrema visibilità e di beneficiare della partnership con Fashion Channel che proporrà il materiale visivo sul suo canale YouTube. Un’occasione unica che vedrà una menzione particolare per i più talentuosi che saranno premiati con un award dedicato.

Condividi:

Continue reading