Costituito l’Archivio Antonio Meneghetti

1517

Written by:

Lo scorso 13 novembre è stato costituito l’Archivio “Opera Omnia Antonio Meneghetti”. E’ conservato a Lugano, presso la Fondazione di Ricerca Scientifica ed Umanistica Antonio Meneghetti.

L’Archivio si propone la tutela e la valorizzazione dell’opera di Antonio Meneghetti. Cura l’archiviazione delle opere artistiche e letterarie del materiale storico, pubblicazioni relative a mostre ed eventi, libri, rassegne stampa, materiale fotografico ed epistolari. L’Archivio recepisce anche le opere artistiche già catalogate nella raccolta in tre volumi dal titolo “Antonio Meneghetti opere 1965-2012”, stampata nel mese di Novembre 2012.

Nato ad Avezzano (L’Aquila) nel 1936 e scomparso a Faxinal do Soturno, Rio Grande do Sul, in Brasile, nel 2013, Meneghetti è stato uno studioso attivo in diversi campi, dalla formazione alla sociologia, dal management all’arte. E’ stato insignito tre volte del Premio Cultura dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana (1980, 1987 e 1989).

Ha creato una corrente di pensiero chiamata Ontopsicologia, la cui declinazione nell’arte visiva ha preso il nome OntoArte.

Convinto sostenitore della lezione dell’umanesimo fiorentino (i cui quattro pilastri fondamentali sono: Vita attiva, Socialità, Libertà e, soprattutto, Dignità dell’uomo), contrariamente al pensiero dominante della seconda metà del Novecento, che enfatizza gli aspetti concettuali della contemporary art, privi di ogni vincolo e aspirazione estetica, Meneghetti teorizza invece la riscoperta della bellezza e dell’armonia quale presupposto fondamentale di un’opera d’arte. Secondo l’insegnamento dell’umanesimo fiorentino, Antonio Meneghetti considera, come motivo ispiratore del suo percorso artistico, l’uomo posto al centro dell’esistenza. La sua ricerca artistica lo ha portato a cimentarsi nella pittura, nella scultura, nel design e nella realizzazione di gioielli. Arrivando a esplorare forme artistiche rivolte anche al mondo della moda e della progettazione architettonica.

Le sue opere sono state esposte in numerosi Paesi di tutto il mondo, tra cui, oltre all’Italia: Austria, Cina, Russia, Brasile. In Italia, è stato protagonista di mostre a Milano, Napoli, Venezia, Roma e Torino. Proprio nella città sabauda è stata allestita nel 2017 l’ultima personale italiana di Meneghetti “Scolpire la luce”, a cura di Ermanno Tedeschi, nella quale sono stati messi in mostra lavori di design, oggetti e sculture per la maggior parte realizzati in vetro a Murano. Mentre l’ultima personale al di fuori dall’Italia, si è tenuta dal 27 settembre al 31 dicembre 2018 allo Shangai Yue Museum of Art.

Antonio Meneghetti è stato protagonista di mostre personali anche al Museo nazionale della scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci, a Milano; al Palazzo della Civiltà Italiana (Roma Eur), con il |patrocinio di Comune di Roma, Provincia di Roma e Regione Lazio; all’Arsenale di Venezia; all’Hubei Province Museum, Beijing World Art Museum, Cina; al Museo del Vittoriano, a Roma.

Ha poi tenuto conferenze al Museo d’Arte do Estado de San Paolo e al Museo dell’Ermitage di San Pietroburgo.

Clicca QUI per essere indirizzati all’Archivio

Condividi:

Last modified: 4 marzo 2019

Comments are closed.