Digital Workplace, la parola ai dipendenti

296

Written by:

I robot e l’intelligenza artificiale stanno cambiando radicalmente il modo in cui viviamo e lavoriamo. A discutere di questi argomenti sono di solito i manager delle aziende che hanno la responsabilità di implementare queste tecnologie.

Ricoh ha deciso di cambiare prospettiva, dando voce ai dipendenti delle aziende europee per capire come si rapportino all’innovazione tecnologica. Dallo studio, che ha coinvolto 3.600 persone in 23 paesi, è emerso come l’atteggiamento nei confronti del Digital Workplace sia positivo. I dipendenti vorrebbero nuove tecnologie per lavorare in modo più smart.

Qui di seguito, alcune delle conclusioni più rilevanti della ricerca.

 

*La quasi totalità del campione (98%) è entusiasta o fiduciosa all’idea che nella propria azienda vengano introdotte nuove tecnologie.

*Il 31% afferma che la mancanza di tecnologie freni la crescita della propria azienda.

*Il 72% del campione pensa che la direzione dell’azienda abbia interesse ad introdurre nuove tecnologie essenzialmente per ridurre i costi e non per migliorare il modo di lavorare delle persone.

*il 62% ritiene chele migliori aziende siano quelle che investono in tecnologia.

°il 67% afferma che sia necessario un maggior focus sulla formazione

 

In generale, per garantirsi un successo a lungo termine, riuscire a trattenere i migliori talenti e a competere in modo costante, le aziende devono ascoltare e accogliere le richieste dei propri dipendenti. Un ambiente di lavoro digitale non può più essere una semplice aspirazione per le imprese, ma deve diventare una realtà concreta. Grazie alla tecnologia i dipendenti possono quindi lavorare in modo più rapido ed efficiente e portare valore al business.

Last modified: 1 marzo 2018

Comments are closed.